in

verso i playoff per il NOLA!

Era decisamente la notte dei passeri. Dopo che gli Hawks si qualificheranno in Orientesono i pellicani che comprano il biglietto per . vincere sarà spazzato via ha affrontato i Suns al primo turno. New Orleans ha completamente rovesciato i Clippers quando il gioco li ha richiamati.

Per gli amanti delle statistiche, ti stanno aspettando calorosamente qui

Pfff… È stato così facile e difficile allo stesso tempo per i Pelicans. Il primo tempo è curato nei minimi dettagli, grazie a un Brandon Ingram che evidentemente non ha avuto tempo. In dodici minuti ottiene 16 punti su 8/9 al tiro e 3 rimbalzi senza pressione e dimenticando chiaramente il fallimento. Il ragazzo della Carolina del Nord ha incatenato più tiri in sospensione fantastici dell’altro, accumulando punti. CJ McCollum dà alcune lezioni di ballo ai suoi difensori. Non siamo esperti in questo campo qui, ma a prima vista, era sicuramente il tip tap. La difesa, rinforzata attorno al clamoroso Herbert Jones, lavora e priva le soluzioni di Los Angeles. Nel frattempo, i Clippers… stanno passando brutte giornate ai Clippers. Goffaggine, pecche difensive, racchetta lasciata a interni contrapposti che si possono azzerare senza disagi, insomma la versione Clippers senza capi che non ci piace vedere. I Pelicans sono in vantaggio di dieci all’intervallo e viene da chiedersi cosa potrebbe succedere loro.

Cosa può succedere a loro? Una serie di 38-18 (anche 43-18 tenendo conto del 5-0 di fine secondo quarto) né più né meno con un’atmosfera decuplicata in più e un ritorno alla cruda realtà. Non è chiaro cosa abbia detto Tyronn Lue ai suoi ragazzi negli spogliatoi o cosa abbiano mangiato o bevuto, ma i Clippers che sono tornati non erano gli stessi che se ne sono andati. Tornati sul pavimento, Reggie Jackson e Marcus Morris sparano nei panni dei fratelli Curry, Nicolas Batum diventa una guardia carceraria ad Alcatraz e rinchiude Ingram e McCollum. I Pellicani lasciano la loro lucidità negli spogliatoi, tirando appena tre punti. Solo, pessima idea se sei a metà tempo in questo settore a 1/8 e vai a 2/15 alla fine del terzo quarto. LA distrugge i giocatori di Bayou in una manciata di minuti, passa in vantaggio, fa esplodere i livelli di fiducia e mette persino LeBron James nel suo campo, che non può fare a meno di lanciare un paletto contro una vecchia conoscenza.

Per fortuna i Pellicani possono contare sul proprio allenatore sperimentato principiante per motivarli di nuovo. Durante l’intervallo tra il terzo e il quarto quarto, Willie Green pronuncia un memorabile discorso da guerriero Galvanizza le sue truppe tornando in battaglia come veri umani affamati. In soli tre minuti, il ritardo è nel retro. Eliminata la corsa 14-1, l’arena di Crypto.com si raffredda e il dubbio torna nella mente dei Clippers. Gli esordienti si prendono le loro responsabilità, Herb Jones ferma tutte le offensive e Trey Murphy III o meglio “Trae” Murphy III bombarda dal parcheggio (4/6 con tiri vincenti). Jackson e Morris ravvivano la tensione lasciando il gioco in un delta fino a cinque punti. Il tempo dei soldi sta arrivando, tutto è ancora possibile. A 19 secondi dalla fine, New Orleans è in vantaggio per 103-100 e Larry Nance Jr ha la possibilità di assicurarsi la vittoria per la sua squadra con due tiri liberi. Ma la pressione è troppo grande per l’attaccante che sbaglia i suoi due tentativi. LA ha la possibilità di tornare, ma il grado di collegamento non c’è. Powell fa 1/2 sui suoi tiri e il duo Reggie Jackson – Marcus Morris sbaglia i suoi tiri da tre punti. Vittoria NOLA!

Ce l’hanno fatta i pellicani! Si sono qualificati per i playoff del 2022 battendo stasera gli Spurs e poi i Clippers, tutti senza Zion Williamson. I boss fanno il lavoro, gli esordienti hanno l’oro nelle loro mani e l’allenatore ha le parole giuste. New Orleans può essere orgogliosa della loro stagione, soprattutto da quando hanno iniziato con un record di 1-13. Così fanno i Clippers, anche se queste due sconfitte play-in rischiano di far rimpiangere gli Angelinos. Sono infatti gli uomini del Bayou a sfidare al primo turno i Suns di Chris Paul.

per il weekend di pasqua i treni sono pieni “come in 19”

Il futuro dei giochi Xbox potrebbe non piacere a tutti