in

Victor Wembanyama ricorda bei ricordi degli scout NBA

Caduta a palla piena sulla scena internazionale durante Campionato Mondiale Under 19 Victor Wembanyama (2m20, 18 anni) ha avuto una prima stagione piuttosto frustrante finora la scorsa estate, con una bella medaglia d’argento alla fine della giornata, prima del suo arrivo ufficiale ai massimi livelli europei.

Si è trasferito dal suo club di allenamento Nanterre al livello successivo con asvel durante la bassa stagione, l’interno tricolore è stato ritardato da infortuni e semplicemente dalla differenza di livelli all’inizio della stagione.

Ma nelle ultime settimane ha ritrovato il suo ritmo e sta iniziando a mostrare il suo naso anche nel campionato francese, con una ottima partita a Digione (in una sconfitta di 82-75) due settimane fa: 14 punti, 8 rimbalzi e 5 stoppate (19 rating).

E ieri sera Victor Wembanyama ha confermato la sua forma attuale con la sua migliore copia europea della sua carriera, in vista della sua undicesima partita di Eurolega, con 14 punti (contro un ottimo 6/7 ai tiri, di cui nessuna da tre), 5 rimbalzi , 5 muri, 2 assist e 2 palle rubate per 23 valutazioni in 28 minuti di gioco nella strepitosa vittoria di Villeurbanne nei Paesi baltici, a Kaunas.

“So che questo è solo l’inizio. Ho molta fiducia. Sono consapevole che questa stagione non è stata perfetta, ci sono molte cose che non potevamo controllare, sia collettivamente che individualmente, ma so che è il ciclo naturale delle cose. Andrà meglio man mano che va. †

Una fine di stagione da lasciare finalmente andare

Victor Wembanyama, finalmente calmo per problemi fisici, è riuscito a concatenare una quarta partita consecutiva di 20 minuti o più in Eurolega, sufficienti per ritrovare la velocità di crociera. Di fronte a Joffrey Lauvergne o Tyler Cavanaugh ieri sera nel dipinto lituano, ha lasciato parlare il suo incredibile potenziale deterrente con ben 5 stoppate e un numero di tentativi notevolmente ostacolato dalla sua immensa apertura alare.

«È un ragazzo che sta già ascoltando. Vuole andare avanti”. apprezza il suo allenatore, TJ Parker. “Non è facile per lui, visto che ha questo tipo di fisico. Deve diventare più grande e lavora sodo ogni giorno per questo. Si merita il suo tempo di gioco e se continua ad ascoltare come fa, suonerà sempre di più. È anche qualcuno di cui mi fido per finire le partite, è importante per noi. †

Victor Wembanyama, che ha avuto la tendenza a forzare un po’ troppo dietro la linea dei tre punti durante questa difficile stagione di transizione, si è concentrato ancora una volta sul gioco interno. Ha chiaramente dato i suoi frutti ieri sera, con questo promettente canestro mancino in avanti, dopo essere riuscito a prendere il potere contro Tyler Cavanaugh (2m06, 108kg) e una piccola manciata di schiacciate facili servite ben al di sotto del cerchio.

Victor Wembanyama, molto atteso nel Draft 2023, può approfittare di questo finale di stagione per acquisire esperienza e creare fiducia giocando su entrambe le squadre, europee e nazionali.

† [La NBA] Manca ancora tanto, gli manca ancora un anno e mezzo”. conclude TJ Parker. “La cosa più importante per entrambi è che rimanga in salute. Ha avuto problemi fisici ad inizio stagione, non riusciva a trovare il ritmo, non riusciva ad allenarsi. Può farlo lì per un mese o due ed è così che continua a migliorare. La scorsa stagione ha giocato nell’Espoirs e un po’ pro nel Nanterre: non è facile adattarsi direttamente al livello di Eurolega, ma ha voluto raccogliere la sfida. Stasera ha dimostrato di poter giocare ai massimi livelli alla sua età. †

Credito fotografico: Eurolega

La Thailandia vieta l’uso delle criptovalute come mezzo di pagamento

Chiusura del gioco “SUTOM”: France Télévisions smette di perseguire il creatore di un nuovo “Motus” online