in

Warriors-Nuggets: Poole Party a San Francisco

Per la sua prima partita di playoff della sua carriera, Jordan Poole non ha deluso, poiché ha piantato 30 punti in 30 minuti per aiutare i Warriors a vincere 123-107 contro i Nuggets. È la sesta vittoria consecutiva dei Warriors, inclusa la stagione regolare, e la prima in tre anni che hanno schierato insieme Klay Thompson, Draymond Green, Stephen Curry e Andre Iguodala.

In un rovente Chase Center con magliette “Gold Blooded”, i Nuggets sono partiti alla grande, grazie a Nikola Jokic, ovviamente. È stato Kevon Looney a mostrare i muscoli per contenerlo, ma il serbo è stato servito molto vicino al cerchio e il suo piccolo “hookshoot” ha permesso a Denver di passare in vantaggio (13-9). Jeff Green, trovato su tre punti, porta addirittura cinque punti di vantaggio (20-15), ed è tempo che Steve Kerr lanci Stephen Curry.

L’ovazione è mostruosa e il sesto uomo di una serata è arrugginito. Ma il suo gioco senza palla e la sua visuale fanno la differenza. Trova Klay Thompson nell’angolo e manda Draymond Green a schiacciare. Golden State trova il suo basket e dopo dodici minuti Denver è in vantaggio di un solo punto (27-26).

Il trio Curry-Poole-Thompson si prende una pausa

Quindi il “Poole Show” inizia con otto punti di fila. I Warriors sono andati avanti grazie alla loro “seconda unità” e il retro di Golden State si sta godendo la prima opzione. Jokic gli risponde nonostante la buona difesa dei Warriors, ma Poole ha appena segnato 14 delle ultime 16 run dei Warriors con un franco foglio “giordanesco” dopo un Eurostep (46-43). Steve Kerr mette in campo tutti i suoi artigiani e Klay Thompson colpisce per primo, mentre Curry sblocca finalmente il suo contrattacco su un contrattacco in discesa di Aaron Gordon. La difesa dei Nuggets è travolta ei Warriors chiudono il tempo sul 18-4 per tornare negli spogliatoi con un vantaggio di 11 punti (58-47).

Il secondo tempo inizia con una tripla di Thompson, ed è un po’ come Jokic contro il resto del mondo. Il serbo viene servito da una posizione bassa e grazie al suo appoggio e alla sua tecnica si avvicina al cerchio per segnare. I Nuggets mancano di varietà nel gioco, ed è l’opposto sul lato Warriors, dove il movimento e la circolazione della palla permettono a Draymond Green di segnare facilmente (63-51). Golden State ha una buona mano nel gioco e Poole spacca la stanza con un tiro dalla distanza di Curry. Curry torna subito in gioco, cinque minuti prima della fine del 3° quarto, e pianifica i suoi primi 3 punti su contraccolpo di Green (81-68). Poi va per i tiri. Dietro di esso, Groen pianta una tripla sul naso di Jokic. La stanza esplode ei Nuggets si arrendono (90-70).

Gli ultimi quindici minuti permettono a Curry di trovare sensazioni e di far girare Kerr. Poole è insostenibile e porterà il distacco a +24 su altri 3 punti (102-78). Jokic è logicamente stanco e la coppia di banderillas di Bones Hyland e Bryn Forbes non cambia nulla. A quattro minuti dalla fine, Steve Kerr apre la sua panchina e lascia che i debuttanti Jonathan Kuminga e Moses Moody facciano i loro primi playoff. Punteggio finale: 123-107 per i Warriors che si sono rassicurati sulle proprie potenzialità.

COSA RICORDARE

-Stephen Curry, 6° uomo† Non stiamo correndo rischi dalla parte dei Warriors e Stephen Curry è stato un sostituto per il suo recupero. Ha sbagliato i primi sei tiri, ma ha giocato gli altri e dopo pochi minuti ha ripreso l’indirizzo. Una partita molto corretta per una ripresa dopo un mese di inattività.

– L’atmosfera† Prima partita di playoff per il Chase Center e un’atmosfera molto grande. Ci vorrà del tempo per adattarsi all’atmosfera dell’Oracle Arena, ma il design della sede consente al pubblico di essere molto vicino e con ogni 3 punti di Poole o Curry abbiamo visto il livello di decibel salire molto rapidamente.

TOP/FLOPS

✅Giordania Poole† Pianifica i suoi primi sei tiri e gioca la sua prima partita di playoff senza la minima apprensione. Dopo un And-1, ha persino accarezzato la folla con i festeggiamenti di Stephen Curry. 30 punti a 9 su 13 su tiri, intensità, pericolo permanente e un colpo di calore che cambia tutto in Q2.

✅Draymond Green† Ecco qualcuno che è entrato in modalità Playoff. È l’All-Star verde, duro in difesa e opportunista in attacco. Ha sostenuto Looney per tenere sotto controllo Jokic e si è imposto come il boss della racchetta con i suoi 12 punti, 9 assist, 6 rimbalzi e 3 stoppate. Un gioco completo, e la buona notizia è che non è mai uscito dal suo gioco.

Nikola Jokic. L’MVP 2021 chiude l’incontro con il peggio +/- della sua squadra (-19), ma è stato a lungo l’unico ad alimentare e mettere a repentaglio il traguardo. Goffo da lontano, ha da tempo rilevato il duo Looney-Green. È stato spinto, ha borbottato, ma ha dominato. Prima di uscire nel secondo tempo.

Will Barton. Abbiamo sentito che era eccitato da questa atmosfera e ha portato follia nel gioco dei Nuggets. A sostegno di Nikola Jokic, ha ritardato la scadenza molto prima che il rullo compressore dei Warriors facesse il resto.

Aaron Gordon. A parte una furiosa schiacciata su una palla da trascinamento, non ne abbiamo visto molto. Green gli ha dato una sfida fisica ed è esploso all’impatto. Non è mai riuscito a trovare intervalli per andare in cerchio.

IL SEGUENTE

Gioco 2 : la notte dal lunedì al martedì, alle 04:00

guerrieri 123 colpi rimbalza
Giocatori Minimo colpi 3 punti LF o d t pd lato int bp CT Punti Valutazione
D.Green 29 5/7 1/2 1/1 1 5 6 9 2 0 0 3 +21 12 28
A. Wiggins 29 6/11 1/2 3/4 1 8 9 2 2 1 1 0 +16 16 21
K. Looney 13 2/3 0/0 2/2 3 4 7 0 2 0 0 0 -7 6 12
K. Thompson 29 7/15 5/10 0/0 0 3 3 2 2 0 3 0 +5 19 13
J. Poole 30 9/13 5/7 7/8 0 1 1 3 3 0 3 0 +7 30 26
N.Bjelica 15 3/6 0/2 2/5 1 2 3 1 3 1 2 1 +1 8 6
J. Kuminga 4 0/0 0/0 1/2 0 0 0 1 0 0 1 0 -6 1 0
A.Iguodala 13 0/1 0/1 0/0 0 2 2 4 2 0 0 1 +11 0 6
O. Porter Jr. 25 2/6 0/3 0/0 0 1 1 4 4 1 1 1 +21 4 6
J. Toscano-Anderson 4 1/1 1/1 0/0 0 1 1 0 0 0 0 0 -6 3 4
S. Curry 22 13/5 3/6 3/3 2 1 3 4 1 1 1 0 +17 16 15
D.Lee 4 1/2 0/0 0/0 0 2 2 0 1 0 0 0 -6 2 3
G. Payton II 20 2/3 0/0 1/2 2 1 3 2 0 0 0 1 +12 5 9
Signor Moody 4 0/1 0/1 1/2 0 0 0 1 0 1 0 0 -6 1 1
Totale 43/82 16/35 21/29 10 31 41 33 22 5 12 7 123
pepite d’oro 107 colpi rimbalza
Giocatori Minimo colpi 3 punti LF o d t pd lato int bp CT Punti Valutazione
L. Verdure 23 2/3 2/2 1/2 1 3 4 1 1 0 0 0 -7 7 10
A.Gordon 26 3/10 0/3 2/3 3 2 5 0 2 0 0 0 -11 8 5
W.Barton 36 18/10 2/6 2/2 0 6 6 5 1 0 3 1 -14 24 25
N. Jokic 35 25/12 0/4 1/2 4 6 10 6 4 3 3 1 -19 25 28
Signor Morris 31 4/9 1/5 1/1 0 0 0 6 3 4 1 0 -13 10 14
Sì. Verdura 15 1/3 1/1 0/0 1 3 4 1 3 0 0 0 -13 3 6
Z.Nnaji 4 1/1 1/1 0/0 0 0 0 0 1 0 0 0 +4 3 3
V.Cancar 4 0/0 0/0 0/0 0 1 1 1 0 0 1 0 +4 0 1
D.Neven 10 2/5 1/1 2/2 0 2 2 2 0 0 0 1 -1 7 9
B. Hyland 17 4/10 2/7 0/0 0 2 2 3 4 0 1 0 -3 10 8
A. Fiumi 26 2/5 0/3 1/1 0 1 1 1 2 0 1 0 -7 5 3
B. Forbes 14 2/4 1/2 0/0 0 0 0 0 1 1 0 0 0 5 4
Totale 43/93 35/11 13/10 9 26 35 26 22 8 10 3 107

Il controverso tweet di Elon Musk su Tesla è stato giudicato “falso” dal giudice, affermano gli investitori

un secondo aumento quest’anno! Quale importo?