in

WIMBLEDON – Il London Grand Slam prevede di bannare i giocatori russi e bielorussi

Nessun torneo di tennis prima aveva preso una decisione del genere, Wimbledon potrebbe essere il primo a farlo. Secondo il New York Times Secondo quanto riferito, gli organizzatori annunciano ai giocatori russi e bielorussi che sarà loro vietato partecipare al Grande Slam di Londra (27 giugno – 10 luglio) a causa dell’invasione russa dell’Ucraina e del sostegno della Bielorussia alla guerra. Informazioni presumibilmente confermate ai media statunitensi da un alto funzionario del torneo, in condizione di anonimato.

Wimbledon

Serena Williams torna per Wimbledon?

08/04/2022 Alle 07:36

Questa scelta escluderebbe dalla competizione alcuni dei big in pista. Quattro russe sono tra le prime 30 della classifica ATP, tra cui il numero 2 del mondo Daniil Medvedev e il numero 8 Andrey Rublev, e cinque donne nella top 40 WTA, guidate da Anastasia Pavlyuchenkova (15a). Una decisione che si dice sia stata presa principalmente sotto la pressione del governo britannico e in seguito all’appello di diversi giocatori in pista.

L’appello dei giocatori ucraini

Finora, dal 1 marzo, sono stati vietati solo gli eventi a squadre per russi e bielorussi (Coppa Davis, Coppa Billie Jean King, ecc.) oltre alla cancellazione dei tornei ospitati a Mosca. I giocatori potrebbero continuare a camminare sul campo individualmente, senza identificazione nazionale. Un’anomalia agli occhi di diversi giocatori ucraini, in pensione o attivi.

Penso che sia solo questione di tempoha detto Olga Savchuk, capitano della squadra ucraina alla Coppa BJK† Non sono io a prendere la decisione, ma non credo che nemmeno loro dovrebbero giocare come individui. Non possiamo accontentarci di una sanzione contro il 90% del popolo russo e il 10% no.

Daniel Medvedeve

Credito: Getty Images

Una visione che le autorità del tennis mondiale non condividono. †Sono convinto che ancora una volta non siano questi singoli atleti che dovrebbero essere puniti dalle decisioni di un leader autoritario che chiaramente sta facendo cose terribili e riprovevoli.e, ha detto il direttore della WTA Steve Simon in un’intervista con la BBC il mese scorso. Ma se ciò accade, che fa parte della strategia generale di far pagare alla Russia e ai cittadini russi le conseguenze della decisione del loro governo, allora non saremo qualcosa che sosteniamo.

La posizione del più antico dei grandi slam è quindi un caso piuttosto isolato. Il Roland-Garros, che inizia tra un mese, non ha fatto questa scelta e non sembra essere nei piani per gli US Open. Si noti che Wimbledon non aveva vietato agli atleti di partecipare dal divieto di ingresso a tedeschi e giapponesi dopo la seconda guerra mondiale.

Wimbledon

Non offrire una “spinta” a Putin e ai russi: la minaccia diventa più chiara per Medvedev

04/06/2022 Alle 09:01

Tennis

Swiatek: “Il mio telefono è stato in modalità compleanno per tre giorni”

11 ORE FA

Netflix sta abbandonando il suo principio: arrivano le pubblicità

Stellantis accoglie un drago nelle sue macchine