in

Anteprima di Teenage Mutant Ninja Turtles Shredder’s Revenge: il miglior videogioco di Teenage Mutant Ninja Turtles mai realizzato?

Esempio Teenage Mutant Ninja Turtles Shredder’s Revenge: il miglior videogioco di tartarughe ninja mai realizzato?

La febbre delle “Teenage Mutant Ninja Turtles” che ha colpito gli anni ’90 potrebbe colpire di nuovo il mondo nel 2022. Gli adolescenti più turbolenti di New York City sono tornati in azione per affrontare ancora una volta la loro nemesi. Il videogioco Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder’s Revenge è all’altezza del mito?

Condizioni del campione

Dopo un’intervista di 30 minuti da parte degli studi Tribute Games e dell’editore DotEmu, i redattori della JV hanno potuto rivedere i primi due livelli di Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder’s Revenge in modalità Arcade e sei personaggi giocabili resi disponibili tramite una demo su Steam (PC).

Un’avventura autentica

Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder’s Revenge è il nuovo adattamento di un franchise emerso dall’atmosfera dei “fumetti indipendenti” nel 1984. In particolare, Tribute Games si concentra sulla prima serie animata andata in onda nel 1987, andata in onda per un totale di 10 stagioni fino al 1996. Gli studi canadesi prendono quindi l’universo colorato, l’estetica, il tono e i design di Teenage Mutant Ninja Turtles: The Scale Knights e li trasformano in un videogioco. Una cosa è certa… Gli artisti che lavorano a questo progetto sono fan incondizionati dell’anime e puoi sentirlo fin dai primi minuti.

La vendetta di Shredder inizia con una cover del cult generico creato dal cantante del gruppo Faith No More “Mike Patton” in inglese e solo in inglese. I fan della versione francese dovranno accontentarsi del VO. Nonostante questa piccola delusione, il lavoro svolto sia nell’animazione 2D dell’apertura che nella composizione musicale è da applaudire. L’editore DotEmu ha offerto anche le voci inglesi ufficiali della serie originale. Ancora niente VF, ma la voglia di guardare in alto l’atmosfera degli anni ’90 è decisamente presente. Per garantire un comfort ottimale, il gioco è sottotitolato in francese (VOSFT).

Questo Beat’em All fa parte della cronologia della serie animata ed è “ufficialmente” parte della tradizione senza essere collocato esattamente tra gli eventi. Shredder’s Revenge mette in luce i personaggi iconici della saga durante un’avventura nel cuore di New York City. Oltre quindici livelli e una ventina di boss, le Tartarughe Ninja cercano di sventare i piani di Shredder e dei suoi scagnozzi, ma non solo. Tribute Games attinge allegramente da un universo ricco e colorato per offrire ai fan un’avventura nuova al 100%. Sia lodata la santa pizza Marshmallow e Pepperoni!

Teenage Mutant Ninja Turtles Shredder's Revenge: il miglior videogioco di tartarughe ninja mai realizzato?

Un omaggio alla pixel art

TMNT: Shredder’s Revenge riguarda l’autenticità e si vede in ogni modo, a cominciare dalla direzione della pixel art che è fortemente ispirata dal materiale originale. Visivamente, il titolo sviluppato da Tribute Games è una chicca colorata e nervosa che viene animata a mano. Il risultato merita la cura dei dettagli. Che si tratti delle scenografie, dei personaggi e degli effetti speciali, tutto è curato nei minimi dettagli. Gli artisti rendono omaggio alla serie ’87 mentre riconquistano un universo che hanno amato per anni.

Il titolo è ancora in fase di sviluppo, staremo attenti a non dare un giudizio definitivo sull’aspetto tecnico del titolo. Tuttavia, le promesse dello studio dovrebbero attrarre gli appassionati di Beat’em All 60 fotogrammi dinamici al secondo (a seconda della macchina) e risoluzione 1080p† Ricordiamo che Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder’s Revenge uscirà nel 2022 su PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch, oltre che su PlayStation 5 e Xbox Series X/S grazie alla compatibilità all’interno dei rispettivi ecosistemi di Sony e Microsoft .

Teenage Mutant Ninja Turtles Shredder's Revenge: il miglior videogioco di tartarughe ninja mai realizzato?

Azione vecchia scuola

La divertente esperienza di Tribute Games si basa su un genere un tempo popolare… Beat’em All. Questo genere ha assunto nuovi colori negli ultimi anni, soprattutto con le percussioni Strade di rabbia 4, pubblicato anche da DotEmu. Il mondo è piccolo. Comunque, Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder’s Revenge si differenzia dal suo modello per il suo approccio ultra dinamico e la filosofia “Team vs ALL” che ne deriva. Il gameplay rimane saldamente ancorato al passato, il che non ci delude, ma si basa principalmente su combattimenti ritmici e accessibili.

Questi scontri possono sedurre sia i fan con licenza desiderosi di trovare i loro eroi preferiti sia gli appassionati di combattimento desiderosi di combattere. I ragazzi di New York girano per lo schermo, concatenando attacchi devastanti e unendosi per sconfiggere un bestiario che viene regolarmente aggiornato. TMNT: Shredder’s Revenge presenta un elenco di sei combattenti (Leonardo, Donatello Michelangelo, Raphael, Splinter e April O’Neil) con attributi e abilità specifici. Vale la pena notare l’assenza del piantagrane vestito con una maschera da hockey Casey Jones, che potrebbe deludere alcuni.

Completamente giocabile da solo o con altri (da 1 a 4 giocatori), Shredder’s Revenge si gioca meglio in cooperativa. La modalità Arcade, ispirata ai terminali di un tempo, e la modalità Storia, che include alcuni elementi RPG sparsi, sono disponibili interamente online, localmente o un mix di entrambe. Puoi anche sbarcare nel mezzo di un combattimento. Tribute Games si concentra quindi sull’esperienza cooperativa a scapito del multiplayer versus. Al momento non è prevista alcuna modalità competitiva.

Teenage Mutant Ninja Turtles Shredder's Revenge: il miglior videogioco di tartarughe ninja mai realizzato?

Le nostre impressioni

Fan di TMNT, preparatevi! Le Teenage Mutant Ninja Turtles sono sicuramente tornate nel 2022, e chiaramente non è per lavorare a maglia. Gli studi Tribute Games rendono un vivace tributo a una serie animata che ha segnato un’era, gli anni 90. Questo Beat’em All colpisce in modo duro e preciso, sia per la sua splendida grafica 2D che per il suo energico desiderio. La vendetta di Shredder si preannuncia indimenticabile. Resta da vedere se questo viaggio neo-retrò supererà egregiamente l’ultima prova… quella della “strada”.

Profilo di Silent_Jay

Giornalista jeuxvideo.com

09 maggio 2022 alle 15:00:02

Apple: gli AirTag rendono le persone vittime di grandi paure

Ritorno a Monkey Island: Ron Gilbert, il creatore del gioco, risponde alle critiche sulla direzione artistica