in

GTA 6: quale rivoluzione per il gioco cult di Rockstar dopo Grand Theft Auto 5?

Notizie di gioco GTA 6: quale rivoluzione per il gioco cult di Rockstar dopo Grand Theft Auto 5?

Mentre le voci continuano ad accumularsi, la sesta puntata di Grand Theft Auto sta lentamente prendendo forma, almeno nella mente dei fan. Ad oggi nessuna immagine o informazione ufficiale è giunta a confermare le teorie sul prossimo progetto Rockstar. Ad ogni modo, abbiamo già una buona idea di come potrebbe essere il titolo. Ecco allora, senza aspettare, il nostro GTA 6 ideale.

Ne sentiamo parlare quasi ogni giorno, Grand Theft Auto 6 rimane un grande ed enorme mistero per il momento. Tutto ciò che sappiamo da una fonte affidabile è che: il titolo è in sviluppo, che non è così male. Lo scorso febbraio lo studio Rockstar (GTA, Red Dead Redemption) confermato quindi l’ovvio: “Lo sviluppo del prossimo gioco di Grand Theft Auto è in pieno svolgimento”† Una sentenza pronunciata in tutta alleggerimento, in calce a un articolo apparentemente banale, sul sito ufficiale dell’azienda. Si sa, Rockstar fa quello che vuole. Quanto all’annuncio di Red Dead Redemption 2 su Twitter, nel 2016: prima un logo su fondo rosso, le sagome, poi la formalizzazione, due giorni dopo un trailer.

Ma a differenza delle avventure di Arthur Morgan, GTA 6 non sembra voler mettere in linea le sue prime immagini. E probabilmente non accadrà subito. Rockstar è sordo e diversi analisti stima l’uscita del nuovo Grand Theft Auto per il 2024/2025, anche se quest’ultima opzione sembra improbabile. Al contrario, il 2023 sarebbe una scadenza troppo breve. Soprattutto, non dobbiamo dimenticare che l’azienda ha già molto lavoro da fare. Le controparti online di GTA 5 e Red Dead Redemption 2 continueranno a fornire contenuti regolari, mentre sono appena arrivate le versioni PS5/Xbox Series dell’ultimo Grand Theft Auto, con il bonus aggiuntivo di un nuovo piano di abbonamento chiamato “GTA+”.

Grand Theft Auto 5 (Rock Star)

    GTA 6: quale rivoluzione per il gioco cult di Rockstar dopo Grand Theft Auto 5?    GTA 6: quale rivoluzione per il gioco cult di Rockstar dopo Grand Theft Auto 5?    GTA 6: quale rivoluzione per il gioco cult di Rockstar dopo Grand Theft Auto 5?

Carte e gioco online

Quindi, in attesa di elementi più concreti, come può Rockstar rivoluzionare o almeno migliorare un GTA 5 al di sopra della sua forma e gloria? Stiamo ancora parlando del secondo gioco più venduto della storia – 160 milioni unità – e che ha attraversato non una, non due, ma tre generazioni di console. Un’enorme longevità che Rockstar deve in gran parte a Grand Theft Auto Online, la dimensione online della quinta puntata. Grazie a un seguito degno di un vero gioco di servizio (molte nuove funzionalità, tra cui rapine sempre più sceneggiate), l’azienda si è assicurata entrate e pubblicità a lunghissimo termine† È chiaro che questo aspetto sarà centrale in GTA 6, con alcune migliorie di sicuro: meno progressione basata sulle farm, server che possono ospitare più giocatori, una dimensione del gioco di ruolo perché non integrata direttamente in tutto. E ci sono altri modi.

Questo è quanto affermano diversi addetti ai lavori, incluso il noto Jason Schreier Grand Theft Auto 6 sta ottenendo una mappa scalabile, in grado di trasformarsi – anche crescere – nel corso delle settimane e dei mesi. Un’informazione che potrebbe significare due cose: in primo luogo, dal punto di vista “online”, con uno spazio di gioco comune che cambierebbe a seconda degli eventi basato su un sistema di stagioni (in un Fortnitezona di guerra chiamata in servizio† Oppure da una prospettiva in solitario, con una mappa che può rappresentare il passare del tempo, come completare un ponte verso un’altra area, o le azioni del giocatore, seguendo un edificio distrutto poche ore prima. Una mappa scalabile permetterebbe inoltre di evitare fasi di crunch, ovvero ore di lavoro extra, partendo da una base modesta per espandersi progressivamente. RDR2 era stato spillo sull’argomento.

Non ho visto l’intero progetto (GTA 6 – ndr) ma lo sviluppo è ancora agli inizi e c’è una mappa in evoluzione/espansione – Jason Schreier, 4 luglio 2021, su Twitter

Migliore interattività

Parlando di elementi distruttibili, Grand Theft Auto non è mai stato un esempio in questo ambito, limitando questo aspetto ai danni arrecati dai veicoli. Ci sono buone probabilità che GTA 6 stia facendo progressi in questo settore. UN offerta di lavoro pubblicato da Rockstar lo scorso ottobre chiede “eventi di distruzione su larga scala come grattacieli che si schiantano al suolo”† Intrigante, vero? In ogni caso, è con cose come questa che la società spinge ancora una volta i confini del possibile, come spesso ama fare. “Con ogni progetto che lanciamo, abbiamo il desiderio di superare sempre noi stessi e produrre qualcosa che non è mai stato fatto prima” dice lo studio sul suo sito ufficiale.

Una migliore distruzione dell’ambiente porterebbe nuove possibilità di gioco, oltre a missioni principali più spettacolari (per non parlare dell’impatto sul multiplayer). Ma questa non è l’unica cosa che GTA 6 6 potrebbe fare per superare il suo fratello maggiore: tornare a una mappa multi-città per esempio, cosa non è successo da allora? Grand Theft Auto San Andreas, nel 2004. Le voci evocano una versione inedita di Vice City, Chicago, luoghi come Cuba o la Florida. Cosa dà una scala senza precedenti all’ascesa dell’eroe e perché no aumentare i membri di una banda. Infine, non stiamo dicendo di no alla gestione immobiliare e agli sforzi di investimento in borsa.

Trama più matura

Tutto sommato, GTA 6 è senza dubbio sul punto di ridefinire il campo delle possibilità in termini di realismo open world, combinando così le qualità di Grand Theft Auto 5 e Red Dead Redemption 2. E chi dice realismo, forse lo dice uno scenario più radicato nella realtàcome l’eccellente GTA 4, dove seguiamo le avventure di Niko Bellic, un veterano di guerra di origine serba che farà di tutto per realizzare il suo sogno americano. La quinta parte, a sua volta, è più disinibita e segue le avventure personali e coniugali di Michael, Franklin e Trevor. Risultato: quest sicuramente variegate e molto divertenti, ma alla fine forse un po’ troppe.

In ogni caso, sempre secondo l’art vociGrand Theft Auto 6 punta di nuovo su più eroi giocabili, chiaramente un fratello e una sorella. Una novità per la serie, che non ha mai convocato una protagonista femminile come protagonista. Sarebbe una buona idea introdurre nuovi temi e scommettere sulle molle emotive di un duo affiatato. Inoltre, la scelta dei diversi personaggi giocabili incarnava senza dubbio uno dei grandi punti di forza di GTA 5. Non resta che incrociare le dita.

Profilo di Indee, Jeuxvideo.com

Attraverso IndiaGiornalista jeuxvideo.com

PM

Il principe Harry diventerà presto calvo? In un’intervista parla apertamente della sua calvizie

Complici Ophélie e Sophie Novak | Anna ferita, diventa sterile – Il domani è nostro 27 aprile 2022 (episodio 1173) | domani è nostro