in

I giovani non vedono molto interesse per il metaverso

Il metaverso è ancora agli albori, anche se i grandi gruppi lo vedono già come l’ultimo parco giochi per le nuove generazioni. Sono pronti a migrare in questi universi virtuali? Niente è meno certo, secondo uno studio americano.

Non passa giorno senza che un’azienda annunci il suo ingresso nel metaverso, questo universo immersivo che secondo i suoi sostenitori promette di essere la prossima generazione di Internet. Molti la vedono come un’opportunità per espandere le proprie entrate mentre si avvicinano agli Z, il loro obiettivo preferito. Banca d’investimento Piper Sandler interrogato 7100 adolescenti americani con un’età media di 16 anni sul loro rapporto con questo settore emergente.

Ovviamente non stuzzica il loro interesse. La metà degli intervistati ha affermato di non essere sicura o di non aver intenzione di acquistare un dispositivo per accedere al metaverse per il momento. Solo il 9% prevede di acquistare un visore per realtà virtuale nei prossimi mesi. Tuttavia, ogni “speranza” non è persa: un quarto degli intervistati (26%) dispone di attrezzature Ad hoc e un terzo di questi adolescenti lo usa occasionalmente per esplorare questo mondo virtuale, dove puoi comprare una replica del marsupio di Paris Hilton, per esempio.

Questi numeri gettano un’ombra sui piani di Meta (ex-Facebook) e di altre società che hanno fatto della loro missione di contribuire all’ascesa del metaverso. Il gruppo di Mark Zuckerberg ha recentemente annunciato di voler offrire ai creatori di contenuti la possibilità di vendere oggetti virtuali agli utenti di Horizon Worlds, la principale piattaforma di realtà aumentata.

Anche se i giovani americani non stanno ancora mostrando molto interesse per questa tecnologia, potrebbero entrarvi attraverso il prisma dei videogiochi. Il 68% degli adolescenti intervistati da Piper Sandler si descrive come: giocatori, un target ideale per le aziende che desiderano investire nel metaverso. Se questo spazio digitale del futuro è ancora agli albori, i giocatori di videogiochi gli hanno già dato un po’ di profondità. La prova con Fortnite che da due anni ospita concerti virtuali di star internazionali come Travis Scott, Zara Larsson e Ariana Grande. Mega-eventi seguiti ogni volta da decine di milioni di giocatori.

Criptovalute e NFT, altre due innovazioni legate alla blockchain, potrebbero anche essere porte di accesso al metaverso, ma non per gli adolescenti americani. Solo l’11% e l’8% dei giovani intervistati da Piper Sandler ha acquistato rispettivamente valuta virtuale o token non scambiabili. Tuttavia, molti di loro hanno familiarità con queste nuove tecnologie… e quindi stanno potenzialmente facendo il grande passo.

MotoGP Austin J3: Darryn Binder (Yamaha/22) ha effettuato un pit stop

Citato in giudizio per diffamazione dal regista Ladj Ly, rilasciati “Causeur” e “Current Values”