in

Il gruppo svedese Embracer acquista da Square Enix i creatori degli studi “Tomb Raider” e “Deus Ex”

Lara Croft, lasciando la sorridente costa californiana per unirsi al rigido clima svedese (allegoria).

Trecento milioni di dollari, ovvero 285 milioni di euro: questo è il prezzo per cui ha annunciato lunedì 2 maggio il gruppo svedese Embracersi prepara ad acquistare le divisioni nordamericane dell’editore di videogiochi giapponese Square Enix.

L’acquisizione dovrebbe entrare in vigore nel terzo trimestre del 2022 e completerà la realizzazione da parte di Embracer di un colosso di videogiochi – e giochi, punto.” Infatti, oltre a un centinaio di studi di videogiochi già presenti, tra cui Gearbox (zone di confine), giochi 4A (Esodo della metropolitana), forza di volontà (Saints Row), Design Radicale Libero (Separatori di tempo), DigixArt (Strada 96), Dambuster Studios (L’isola morta 2), Saber interattivo (Guerra mondiale Z), Giochi di spari (lati oscuri), Regni 3D (bomba), cinghiale volante (guerriero Ombra) o byte Piranha (ELEX), Embracer possiede anche Asmodee, il principale editore di giochi da tavolo in Francia, che ha acquistato nel 2021 per un prezzo elevato di 3 miliardi di euro.

Leggi anche Giochi da tavolo: Asmodee continua la sua folle ascesa

Con l’acquisizione, questa volta delle filiali nordamericane di Square Enix, il gruppo svedese non paga solo studi di videogiochi con più di mille dipendenti complessivamente: soprattutto acquisisce un catalogo di più di cinquanta giochi, tante proprietà intellettuali, alcuni dei quali sono tra i più prestigiosi del settore includono: Deus exLadroeredità di Caino E, in particolare, Tomb Raider

Come spiegato lunedì da Square Enix in un comunicato stampala società giapponese rimane proprietaria dei marchi Solo perchéestranei e la vita è strana† Spiega anche che questa transazione da 300 milioni di dollari dovrebbe consentirle “investire in blockchain, intelligenza artificiale e cloud”

Un prezzo che potrebbe però aver sorpreso gli osservatori, visto che nei mesi scorsi sono state vendute le società Zynga (acquistata da Take-Two Interactive per 12,7 miliardi di dollari) e Zenimax Media e Activision Blizzard (acquistate da Microsoft rispettivamente per 8,1 miliardi e 68,7 miliardi di dollari). . ) raggiungere livelli record. Anche Embracer aveva pagato 525 milioni di dollari (499 milioni di euro) nel 2020 per acquisire Saber Interactive, studio dal curriculum meno brillante, specializzato poi nel trasferire i giochi esistenti sui nuovi media.

Due studi storici

In confronto, il piccolo importo di quest’ultima transazione è quindi tanto più sorprendente in quanto, oltre a Square Enix Montreal, studio fondato nel 2011 e responsabile dello sviluppo di giochi per dispositivi mobili (in particolare la serie di “Andare”: Hitman VaiLara Croft Vai e Due Ex Go), Embracer acquisisce principalmente due studi storici: il californiano Crystal Dynamics e il canadese Eidos Montreal.

Fondata nel 1992, Crystal Dynamics era inizialmente nota soprattutto per: Gex, un gioco platform per la console 3DO, graficamente più impressionante che giocosamente sorprendente. Dopo essersi unito al team di Eidos Interactive nel 1998, lo studio ha rivelato tutto il suo potenziale lavorando alla serie eredità di Cainodi cui firmerà la maggior parte degli episodi fino al 2004.

Il primo grande gioco di Crystal Dynamics,

Sulla base di questi successi, ha ottenuto la licenza nel 2006 Tomb Raider, sequestrato ai suoi creatori, lo studio britannico Core Design, anch’esso di proprietà di Eidos. Crystal Dynamics firma quindi una trilogia di nuovi episodi che sono stati ben accolti dalla critica, dando un restyling all’icona con l’aura successivamente danneggiata.

Nel 2009 Eidos Interactive è stata acquisita da Square Enix, che ha voluto diversificare il proprio catalogo, fino ad oggi molto concentrato sul mercato giapponese. Una seconda trilogia Tomb Raider poi i lanci, di cui Crystal Dynamics svilupperà i primi due episodi: il successo di critica è ancora maggiore, anche se le vendite progressivamente si esauriscono. Dopo il riquadro del primo episodio, ogni sequel realizza un fatturato che è dal 20% al 25% inferiore a quello dell’opera precedente.

Leggi anche: “Shadow of the Tomb Raider”: la serie Resurrected inizia la sua traversata del deserto

Un duro colpo per lo studio californiano, seguito dal fallimento del montaggio dell’universo Vendicatori, dalla meraviglia: molto criticato quando è stato rilasciato nel 2020 è un flop costa a Square Enix decine di milioni di dollari. Attualmente, oltre a un riavvio della serie di giochi sparatutto Buio perfetto Sviluppato per conto di Microsoft, Crystal Dynamics sta lavorando un nuovo episodio della serie Tomb Raiderrivelato il 5 aprile 2022

Dal canto suo, lo studio canadese Eidos Montreal è stato fondato nel 2007, appena quindici mesi prima che la casa madre britannica fosse acquistata da Square Enix. Si impegnerà anche per conto del gruppo giapponese fino al 2016 a regalare nuovi episodi a una vecchia serie ancora adorata dai videogiocatori: giochi di ruolo e d’azione. Deus ex

Leggi anche: Abbiamo testato… “Deus Ex: Mankind Divided”, il videogioco che ha dimenticato di essere visionario

Con meno successo di Crystal Dynamics, poiché dopo solo due episodi, Eidos Montreal ha invece il compito di sviluppare l’ultimo lavoro fino ad oggi da Tomb Raider L’ombra del Tomb Raider, 2018). Da allora ha contribuito a mettere in gioco Crystal Dynamics Vendicatoriprima di sviluppare il proprio adattamento dell’universo Marvel, Guardiani dell’Universo acclamato dalla critica nel 2021.

Lidl chiede ai propri clienti di limitare l’acquisto di questo prodotto, il salto francese

Airbus-Quantas: un mega ordine da otto miliardi di dollari