in

il rilascio di una versione incompiuta del gioco getta nuova luce sul suo sviluppo disastroso

Un'immagine dal trailer di

Questo è stato a lungo il più grande mito dei videogiochi, il mostro di Loch Ness: Duca Nukem per sempreannunciato nel 1997, con tanto clamore rivelato in un video esultante nel 2001, è stato finalmente rilasciato nel 2011 dopo molti colpi di scena da parte degli sviluppatori, con un risultato ritenuto estremamente deludente.

C’è da dire che dopo quattordici anni di attesa (record divenuto negli anni oggetto di scherno), i giocatori potrebbero sperare di più dal seguito del mitico Duca Nukem 3D (1996) muoiono “relax” a volte solo “amichevole”ma anche, secondo il test di Mondo poi, “sessista”“frustrante”“ripetuto”paralizzato da bug e momenti “troppo lungo, troppo lineare e velocemente noioso”.

Rileggi la nostra prova del tempo: Duke Nukem Forever, l’appuntamento mancato

Negli anni i giocatori hanno cominciato a sognare anche la versione vista nel 2001, la versione svelata alla stampa e agli utenti di Internet in un trailer ritmico. E se il “reale” Duca Nukem per sempre era quello?

Dal 10 maggio il sogno è finito: ora è possibile giocare alla versione 2001… Duca Nukem per sempre non è mai stato altro che un terribile naufragio. Tuttavia, questa non è una versione ufficiale, ma un “leak”, un leak reso possibile da qualcuno che ha avuto accesso a questa versione non finita: un certo x0r_jmp, che ha fornito un link sul forum 4chan per scaricarla illegalmente Duca Nukem per sempre annata 2001.

Non c’è bisogno di barare per conoscere l’entità del danno: su Twitch, YouTube o Twitter gli internauti si sono affrettati a caricare sequenze di gioco, a testimonianza che in questa versione del 2001 nulla era effettivamente pronto, se non lunghi corridoi vuoti e brevi passaggi alla scena millimetrica utilizzata per comporre il trailer del 2001. Difficilmente un prototipo, in fondo molto vicino alla versione del 2011.

Non c’è mai stato niente da perfezionare, perché non c’è mai stato davvero un gioco

Se questa fuga di notizie, oltre ad essere illegale per definizione, non ha alcun interesse divertente, costituisce comunque un prezioso documento storico, distruggendo finora la storia ufficiale del suo sviluppo: se Duca Nukem per sempre ci è voluto così tanto tempo per uscire sarebbe perché i creatori, essendo troppo perfezionisti, non sono stati in grado di dargli gli ultimi ritocchi. In realtà non c’è mai stato niente da perfezionare, perché non c’è mai stato un vero gioco.

Biancheria sporca e nomi di uccelli

Questa disposizione illegale di una versione funzionante di Duca Nukem per sempre avrà avuto un altro merito: quello di una migliore comprensione delle ragioni di questo fallimento, durante un disimballaggio un po’ patetico.

Scott Miller, all’epoca proprietario di 3D Realms, lo studio responsabile dello sviluppo Duca Nukem per semprequindi spacco sul suo blog una spiegazione su questa fuga di notizie – di cui afferma di non conoscere l’autore. riconoscendolo “il brillante trailer del 2001 ha esagerato con ciò che era effettivamente riproducibile” in questa fase di sviluppo giudica che il fallimento di Duca Nukem per sempre è dovuto principalmente alla totale mancanza di una tabella di marcia durante il suo sviluppo.

Soprattutto dice che il rifiuto di seguirlo internamente quando gli è venuta l’idea nel 2004 di affidare lo sviluppo ad un altro studio (Digital Extremes, che da allora ha avuto successo con warframe), ha condotto lo studio a “Pozzo senza fondo” spese che termineranno con “ distruggi i regni 3D »da allora lo studio è diventato un guscio vuoto acquistato nel 2014 da un fondo di investimento danese.

George Broussard definisce Scott Miller un “perdente narcisista” le cui azioni avrebbero portato alla “perdita dei marchi “3D Realms” e “Duke Nukem”.

Se non accreditato come l’autore di questa smentita e responsabile della fine di 3D Realms, George Broussard, ex dipendente dello studio e co-creatore di “Duke Nukem, chiaramente l’ha preso per sé. Su Twitter, descrive Scott Miller come: “perdente narcisista” quali azioni sarebbero risultate? “sulla perdita dei marchi “3D Realms” e Duke Nukem”.

“Avrei tanto da dire su di lui, lo conosco dagli anni ’70 e dal liceo. Coglie la minima occasione per presentarsi in una luce favorevole, anche a costo di liberarsi di un ex fidanzato e socio in affari. †

Triste epilogo per una serie che, nel 1996, è arrivata con l’episodio Duca Nukem 3Duno dei giochi più emozionanti del momento, prima che il nome diventasse sinonimo di “vaporware”, il tipo di “software fantasma” di cui tutti parlano, ma che sembra non essere mai uscito.

Un piccolo titolo onorifico, a cui dovette rinunciare nel 2011 quando vide finalmente la luce la sua patetica versione commerciale, ma che da allora è diventato suo attraverso un altro gioco, il francese, lui: svelato nel 2008, visibilmente abbandonato, poi resuscitato in 2016 prima di essere rilasciato di nuovo, è andato fuori dai radar quando il suo creatore, Michel Ancel, è stato spinto a rilasciare nel 2020 dallo studio Ubisoft, Oltre il bene e il male 2 è diventato a malincuore quello nuovo Duca Nukem per sempre.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Michel Ancel, creatore di “Rayman”, ha lasciato Ubisoft nel mezzo di un’indagine interna

Elon Musk si è detto pronto ieri sera a revocare la sospensione permanente dell’account Twitter di Donald Trump decisa dopo l’attacco al Campidoglio, suscitando reazioni contrastanti.

capire tutto su uno dei più grandi crash di criptovalute