in

La macrofotografia con uno smartphone è possibile (anche senza un obiettivo speciale): ecco i nostri consigli

Questo contenuto è di Samsung e prodotto da Humanoid xp

Alcuni smartphone ora hanno fotocamere dedicate alla macrofotografia. Ma è davvero obbligatorio scattare belle foto il più vicino possibile ai soggetti? Beh, non necessariamente.

La macrofotografia è davvero possibile con uno smartphone? Per fotografare l’infinitesimo e renderlo visibile, non è necessario essere muniti di una costosa macchina fotografica. Gli smartphone fotosensibili come il Samsung Galaxy S22+ che abbiamo usato riusciamo a catturare immagini meravigliosamente dettagliate, più vicine ai soggetti. Ecco i nostri suggerimenti e trucchi per scattare bellissime foto macro con il tuo smartphone.

Cos’è la macrofotografia?

La macrofotografia è un flusso fotografico generalmente caratterizzato dal suo ingrandimento 1:1. Cioè, il soggetto come appare nell’immagine sta effettivamente misurando almeno le sue dimensioni. Con rapporti di ingrandimento maggiori è possibile ingrandire il soggetto e vedere dettagli normalmente invisibili ad occhio nudo o almeno molto difficili da distinguere a prima vista.

con Galaxy macro 3

Ma se vogliamo essere più precisi, la macrofotografia con uno smartphone è più simile fotografia per procura† Quest’ultima categoria consiste piuttosto nell’avvicinarsi il più possibile al soggetto per fotografarlo nel suo ambiente, senza necessariamente ingrandirlo. Proxi photography e macrofotografia sono tuttavia intrecciate e strettamente legate al desiderio di esporre un soggetto molto piccolo.

La macrofotografia è molto spesso utilizzata in natura per fotografare insetti o vegetazione e per isolare dettagli nascosti. Abbiamo preferito le foto di piante e fiori, che sono più facili da catturare. Ci vuole molta pazienza e precisione per fotografare piccoli animali, soprattutto quando sono in movimento. Puoi anche utilizzare la fotografia macro su qualsiasi soggetto per mostrare dettagli o texture. Con i tessuti, ad esempio, puoi scattare foto macro molto belle.

con macro galassia 1

Scatta foto macro con il tuo smartphone, con o senza un sensore speciale

Alcuni smartphone recenti sono dotati direttamente di una modalità macro, a volte di un apposito sensore. Un sensore con una distanza minima di messa a fuoco più breve che consente di avvicinarsi al soggetto. In questo caso, scattare foto macro è facile come scattare panorami: devi solo selezionare la modalità giusta.

Tuttavia, è del tutto possibile scattare foto macro con il tuo smartphone, anche se non dispone di una modalità speciale. La prova, tutte le foto di questo articolo sono state scattate con un Samsung Galaxy S22+. Come abbiamo fatto? Lo abbiamo indotto con l’inganno a usare la modalità ritratto. Utilizza il sensore principale da 50 megapixel e offre uno zoom x1 o x3 con una distanza minima di messa a fuoco consigliata compresa tra 1 e 1,50 metri. In effetti, siamo riusciti a ottenere immagini nitide al di sotto della raccomandazione.

con Galaxy Macro 5
Modalità ritratto abilitata in modalità x3. L’area di nitidezza è ridotta, ma permette di enfatizzare questo dettaglio della pianta.

La modalità Ritratto ha il vantaggio di applicare la sfocatura digitale intorno all’area di messa a fuoco. Puoi anche scegliere l’intensità dopo† Ciò ti consente di giocare con la profondità di campo e portare il soggetto ancora più avanti. Un’opzione da non trascurare per mettere in risalto un piccolo soggetto o un dettaglio in particolare.

con Galaxy macro 6
Qui ho giocato con la profondità di campo e la sfocatura generata dalla modalità ritratto, per una composizione più gradevole e per enfatizzare questi piccoli fiori ricchi di dettagli. Foto scattata con Samsung Galaxy S22+.

Dai la priorità alla luce naturale

Per scattare bellissime foto macro, niente di meglio di una bella e potente luce naturale. Ciò consente allo smartphone di rilevare meglio il soggetto e ottenere una migliore messa a fuoco. Limita anche la visibilità delle vibrazioni della fotocamera (quando si vibra, ad esempio), poiché lo smartphone seleziona automaticamente una velocità dell’otturatore relativamente breve quando c’è luce sufficiente.

Le foto molto vicine allo smartphone di notte non sono molto convincenti a meno che non si attivi il flash, in quanto i sensori non sono abbastanza sensibili alla luce. Peggiori sono le condizioni di illuminazione, più ti esponi alle vibrazioni della fotocamera o al rumore digitale che distorcerà l’immagine.

Se l’ombra del tuo smartphone rovina la luminosità della tua immagine o nasconde il tuo soggetto, puoi optare per un mini riflettore portatile. Puoi anche usare un foglio bianco o un pezzo di cartone per riflettere la luce per aumentare un po’ l’illuminazione della tua immagine e sbloccare le ombre.

Un altro consiglio: per ottenere un po’ più di contrasto, ricordati di essere leggermente sottoesposto durante lo scatto. Le modalità automatiche degli smartphone tendono a sovraesporre un’immagine che a volte non ne ha bisogno.

con Galaxy Macro 10
Qui ho sottoesposto rispetto all’esposizione generata automaticamente e il contrasto e i dettagli sono molto più visibili

Continua a ritoccare per migliorare le tue foto

iomodificare delle tue immagini, anche su uno smartphone, può produrre molto. Innanzitutto, ti consigliamo di regolare le impostazioni di esposizione di base (luminosità, contrasto, alte luci e condizioni di scarsa illuminazione) in modo che lo scatto si adatti ai tuoi gusti. Puoi anche aumentare il dettaglio e la nitidezza dell’immagine, il soggetto viene visualizzato in modo ancora più preciso. Infine, vignettatura e bilanciamento del bianco sono le impostazioni preferite per modificare l’atmosfera dell’immagine, ad esempio rendendola più drammatica.

Utilizzando l’applicazione Snapseed (gratuita) è possibile ottenere ottimi risultati. Per la foto sopra abbiamo giocato molto con il dettaglio e la vignettatura per isolare la pianta dallo sfondo. Il rendering finale è molto più artistico.

macro per tutti

Che si tratti di una fotocamera o di uno smartphone, la fotografia macro non è un argomento facile. Tuttavia, molte opzioni consentono di ottenere risultati molto convincenti. Focalizzando l’attenzione sulla luce naturale e avvicinandola gradualmente ad essa, è possibile ottenere risultati molto belli, accurati e dettagliati, anche con una modalità foto standard. Se non hai la modalità che speravi, puoi sempre contare su programmi di editing che offrono molte possibilità. Il che è davvero bello nella fotografia macro, anche con uno smartphone.

6 giochi da Playstation Store per il divertimento in famiglia

Lingua francese: nuovi termini e condizioni ufficiali per i videogiochi | Xbox Uno