in

La NASA ha sviluppato una lega 1000 volte più resistente dei materiali precedenti

A volte si pensa confusamente che tutti i materiali siano stati scoperti, che tutte le combinazioni siano state testate, che l’umanità abbia raggiunto la fine della sua conoscenza dei materiali. Questo è ovviamente errato.

Ci sono ancora enormi progressi da fare e la NASA, dentro Un comunicato stampa ripreso di Ingegneria Interessanteha annunciato un altro passo da gigante con una lega senza precedenti che la descrive come 1000 volte più resistente dei suoi migliori concorrenti attuali.

Denominata GRX-810, la cosa progettata per resistere alle peggiori condizioni delle peggiori missioni è una cosiddetta lega “rinforzata con dispersione di ossido” (“Aumentata la dispersione di ossido” o ODS, in inglese). Wikipedia descrive questo materiale come una matrice di metallo (nichel, platino, ferro-alluminio…), nei cui interstizi vengono iniettati ossidi per aumentare le capacità del materiale originario.

Una delle grandi novità sta nel metodo utilizzato: al posto dei cari vecchi test successivi per quasi altrettanti errori, l’agenzia statunitense ha trovato la formula del GRX-810 grazie alla modellazione dei materiali, quindi la simulazione preliminare al computer delle loro qualità e difetti, uniti alle tecniche additive della stampa 3D.

Il risparmio di tempo è immenso: basterebbero solo trenta tentativi per trovare la formulazione perfetta per questa nuova lega, quasi indistruttibile. “Ciò che ci avrebbe richiesto anni con un tradizionale processo per tentativi ed errori ora richiede settimane per portare a una scoperta”spiega Dale Hopkins, manager del progetto Transformational Tools and Technologies della NASA.

Indistruttibile (o quasi)

Le qualità del GRX-810 sono davvero notevoli: può resistere a temperature di quasi 1100 gradi Celsius ed è 1000 volte più durevole in queste condizioni estreme. È anche più malleabile e tre volte e mezzo più flessibile, consentendo più torsioni e tensioni prima di rompersi definitivamente.

“Questa scoperta è rivoluzionaria per lo sviluppo di materiali, è scritto nel comunicato dell’agenzia spaziale statunitense. Nuovi tipi di materiali più leggeri e resistenti stanno giocando un ruolo fondamentale nel trasformare il futuro del volo spaziale. In precedenza, un aumento della resistenza alla trazione comportava una diminuzione della capacità del materiale di torcersi e deformarsi prima di rompersi, rendendo la nostra nuova lega straordinaria”.

Man mano che questi metodi di ricerca moderni migliorano nel corso degli anni, è probabile che nuove scoperte trovino la loro strada nei laboratori di tutto il mondo, portando la scienza dei viaggi nello spazio, con e senza equipaggio, a passi da gigante. La prossima sonda Parker, chiamata il mestiere che di recente ha cominciato ad accarezzare la corona interna del solepotrebbe così riuscire a sommergere le sue antenne ancora più vicino alla superficie della nostra stella.

Galtier e Kombouaré vengono a difendere Frappart, bersaglio delle petizioni per la finale

Un video di Johnny Depp, furioso, diffuso durante il processo ad Amber Heard