in

Mini LED, QLED, 2000 nit, Dolby Vision/Atmos 2.1.2, HDR10+, 144 Hz e Goggle TV

TCL ieri ha presentato gran parte della sua gamma audio-video dal 2022 in poi, e per contro diagonali dello schermo sempre più grandi, fino a 98” (249 cm) per la serie C735. In attesa della sua presentazione dettagliata in un successivo comunicato stampa, lascia il posto alla serie TCL C935, la più esclusiva della serie Ultra HD 4K.

Il TCL C935 può essere preordinato da oggi e nei negozi da fine aprile in due diagonali: 65” (165 cm) e 75” (191 cm). Come potete vedere nelle foto sottostanti, i televisori mostrano un design premium, soprattutto con una soundbar integrata, una finitura in metallo color titanio e un supporto centrale. Quest’ultimo è regolabile in altezza, sul bordo, più o meno 3 centimetri.

TCL C935 Nuovo sistema di retroilluminazione Mini LED OD5

Modello Ultra HD 4K LCD 144 Hz, i televisori TCL C935 sono dotati di un avanzato sistema Mini LED di quarta generazione, chiamato OD5 (distanza tra il sistema di retroilluminazione e il pannello LCD di 5 mm). Il pannello è, ovviamente, nativo a 10 bit. In termini di zone, ce ne sono 1.080 per il 65” e 1.920 per il 75”, ciascuna con 8 diodi. Quindi il totale è di 15.360 LED sul 75C935 e 8.640 sul 65C935.

TCL specifica che questi diodi sono tutti rigorosamente identici, soprattutto in termini di prestazioni (rendimento elettrico, lunghezza d’onda, potenza) per garantire una perfetta omogeneità dell’immagine, ma anche in termini colorimetrici per una totale uniformità e per contrastare l’effetto Demura (noto anche come appannamento). ) direttamente dal sistema di retroilluminazione e non più solo sul pannello LCD. Un altro chiarimento fornito da TCL è che i LED integrati possono cambiare stato in modo estremamente rapido, ovvero un tempo più breve di quello necessario per visualizzare un’immagine, anche con un segnale a 120 hertz. Denominata Direct Drive di TCL, questa funzione elimina i problemi di ombreggiamento sugli oggetti in movimento.

Allo stesso modo, i LED dei TV TCL C935 a 16 bit forniscono un controllo estremamente preciso sulla luminosità erogata, secondo 6.536 livelli. Pertanto, le più piccole variazioni dell’immagine vengono prese in considerazione e visualizzate sullo schermo per un maggiore realismo. Infine, TCL indica che i diodi degli schermi C935 non sono più quadrati ma rotondi per poter controllare meglio la luce generata e la significativa riduzione del fenomeno dell’alone (Blooming) ancora visibile sui diffusori Mini LED.

In totale, il sistema di retroilluminazione dei televisori TCL C935 include quindi cinque importanti sviluppi tecnici per una qualità di visualizzazione che è stata annunciata come senza precedenti dal marchio. E c’è da ammettere che le prime dimostrazioni stanno convincendo con un risultato estremamente vicino agli OLED, soprattutto nell’asse senza traccia visibile di Blooming (ancora presente fuori asse ma notevolmente ridotto rispetto, ad esempio, ai TV C825).

Specifiche principali di TCL C935:

Nel menu delle caratteristiche tecniche, i televisori TCL C935 mostrano un’emissione luminosa di picco di 2.000 nit e la tecnologia QLED (Quantum Dots) fornisce una copertura del 97% della gamma DCI-P3. L’indice di fusione indica PPI 4800 sul 65” e PPI 4900 sul 75”. Ci piace il trattamento AiPQ 2.0. Naturalmente, i quattro connettori hdmi 2.1 fanno parte della compatibilità HFR 4K/120, eARCVRR (da 48 Hz a 144 Hz) e ALLM† Idem per la gestione HDR10HDR10+ e HDR Dolby Vision abbinati alla funzionalità Dolby Vision IQ (sensore di luminosità), senza dimenticare il FreeSync Premium Pro.

Possiamo anche citare una compensazione del movimento MEMC a 120 Hz, un menu della Game Bar nella parte superiore dell’immagine, un nuovo trattamento antiriflesso e una modalità anti-luce blu. Più una modalità di gioco con un Input Lag di 6 millisecondi.

Suono 2.1.2 e 60 W

L’impianto audio 2.1.2 è ancora firmato Onkyo, sotto forma di soundbar integrata sotto lo schermo con il boomer nella parte posteriore dello schermo + due HP di altezza nella parte inferiore della TV, per una potenza totale di 100 W (2 x 30 W + 20 W + 2 x 10 W). Dolby Atmos e compatibilità DTS-HD sono all’ordine del giorno e la funzione AI Sonic Adaption regola le impostazioni audio in tempo reale per adattarsi alla natura del contenuto trasmesso.

I televisori TCL C935 beneficiano anche della funzione Sound Tracking per un perfetto posizionamento del suono, sincronizzato con l’azione che si svolge sullo schermo. A tale scopo vengono utilizzati nove altoparlanti (anteriore e Up-Firing)

TCL C935, controllo gestuale

Vale a dire, i televisori TCL C935 possono essere collegati a una fotocamera USB 2.0 o 3.0 esterna per utilizzare l’applicazione Google Duo. Grazie a un prossimo aggiornamento del firmware, sarà possibile utilizzare anche il controllo gestuale del televisore tramite questa fotocamera.

Google TV intelligente

Naturalmente i televisori TCL C935 dispongono della funzione Smart Google TV (Android 12). Per la connettività, questa è la funzione: senza fili 6 che integra il Bluetooth 5.0. Infine è disponibile anche la certificazione Imax Enhanced. Notiamo ancora le certificazioni AirPlay 2/HomeKit e Miracast, per non parlare della funzionalità Multi View 2.0 che permette di visualizzare a schermo quattro diverse sorgenti.

Disponibilità immediata per il preordine, nei negozi inizio maggio. Prezzi target: 1.899 € per il TCL 65C935 e 2.799 € per il TCL 75C935.

Promemoria delle principali caratteristiche dei televisori TCL C935:

• Pannello a 10 bit

• Display LCD

• Pannello Ultra HD/4K

• Pannello 144 Hz

• Processore: quad core

• Funzione Mega Contrast Enhancer

• Funzione ampia gamma di colori

• Funzione UHD Color Extender

• Funzione gateway multimediale UPnP (DLNA)

• Funzione DVR

• funzione eARC

• Funzione VRR (da 48 Hz a 120 Hz)

• Funzione ALLM (Modalità a bassa latenza automatica).

• Funzione 4K HFR 120Hz

• Funzione punti quantici

• Funzione Super Risoluzione UHD

• Funzione motore AiPQ 2.0

• PPI 4800 sul 65”, PPI 4900 sul 75”

• Compatibilità HDR10 e HDR HLG

• Compatibilità HDR10+

• Compatibilità Miracast

• Compatibilità HDR Dolby Vision

• Compatibilità HEVC

• Compatibilità Dolby Atmos

• Compatibilità HBBTV

• Compatibilità Fransat

• Compatibilità CEC

• Compatibilità Canal Ready

• Compatibilità Bluetooth 5.0

• Compatibilità Wi-Fi ax

• Compatibilità DTS‑HD

• Compatibilità HDCP 2.3

• Compatibilità con AirPlay 2

• Compatibilità [abc]Kit casalingo[/abc]

• Compatibilità con FreeSync Premium Pro

• Certificazione Imax migliorata

• Certificazione di moda per filmmaker

• Uscita: 1 ottica

• Ingressi: 4 ingressi HDMI 2.1, 1 porta USB Host 2.0, 1 porta Ethernet

• Multimediale dell’Assistente Google

• Google TV multimediale

• Google Duo multimediale

• Compensazione del movimento MEMC

• Sistema di retroilluminazione con attenuazione locale dei mini LED

• Numero di zone: 1.920 sul 75”, 1.080 sul 65” (e 8 diodi per zona)

• Luce di picco: 2000 nits

• Tecnologia Mini LED: sì

• Sintonizzatore DVB‑T2

• Sintonizzatore DVB‑C

• Sintonizzatore DVB‑S2

• Sezione audio: 2.1.2

• Potenza: 100 W (2 x 30 W + 20 W + 2 x 10 W)

• Altro: funzione di controllo vocale a mani libere, fotocamera opzionale

• Etichetta energetica: G (SDR e HDR)

acquisizione, logo, stadio, Kombouaré… Landreau svela il progetto Collectif Nantais

Lego Stars Wars The Skywalker Saga: Scalpers punta al recente successo di TT Games