in

Need for Speed: Chicago, cartoni animati e effetti fotorealistici, trapelano nuovi dettagli

Notizie di gioco Need for Speed: Chicago, cartoni animati e effetti fotorealistici, trapelano nuovi dettagli

Il prossimo Need for Speed ​​sbarca quest’anno 2022, dopo un anno di ritardo. Mentre siamo ancora in attesa di un primo trailer, un nome o solo un primo logo, un famoso giornalista svela alcuni dettagli interessanti per l’epoca.

Hai il cago chic

Jeff Grubb non è solo chiunque nel panorama dei videogiochi: un famoso giornalista che lavora in VentureBeat, insieme a Jason Schreier, è da tempo uno degli addetti ai lavori più fidati e fidati. Quindi inevitabilmente, quando il ragazzo pubblica alcuni primati ben piazzati nei suoi podcast, dobbiamo ascoltare con attenzione, anche se le pinzette non sono mai troppe.

In questo caso, è il seguente Need for Speed ​​che ci interessa: vi ricordiamo che uscirà nel 2022 e logicamente, Electronic Arts non dovrebbe aspettare molto per sollevare il velo sul progetto. Tuttavia, Grubb sta lasciando cadere qualcosa di delizioso nel suo spettacolo Grubbsnaxche afferma secondo le sue stesse fonti: la prima cosa da sapere è che il contesto sarebbe piantato nella città di Lake Shore City, direttamente ispirata a Chicago. Dopo l’imitazione di Miami di Calore e la città immaginaria di Fortune Valley, in una specie di Nevada periodo di rimborso ne farebbe quindi parte anche il ritorno di un profondo ambiente urbano.

Un pasticcio artistico… audace?

Inoltre e soprattutto, Jeff Grubb specifica che: Criterion Games (che si occupa dello sviluppo) opterebbe per un rendering decisamente fotorealistico, una tangente già presa in prestito da una coppia di opus. Lo ricordiamo secondo altre voci il titolo sarebbe uscito solo su PC, PS5 e serie Xbox, le versioni PS4 e Xbox One sono state finalmente cancellate: inevitabilmente incrociamo le dita affinché il risultato grafico sia al livello della nuova generazione di macchine. E il potenziale è reale.

Diversamente più interessante, l’americano spiega che si opterebbe per un pregiudizio artistico originale: “Ci saranno anche effetti visivi in ​​stile anime. Vedete, come nelle pubblicità di automobili dove mentre l’auto è in movimento, fiamme e altri elementi da cartone animato volano in tutte le direzioni. Questi sono gli effetti che sembrano voler riprodurre”, dice guardando la telecamera. Basti pensare che la combinazione di questi asset con il fotorealismo è intrigante.

Il giornalista continua a dirlo tuning darà pieno ritorno, con la possibilità di: “personalizza ogni parte della tua auto”† Un sistema, per così dire, che ricorda l’audace meccanica “Autosculpt” introdotta Bisogno di Speed ​​​​Carbon…il che, francamente, non ci rende più giovani. Infine, ultime informazioni su cui affondare i denti: sarebbe tornato in auge anche il tipo di social network “Autolog”.

Sempre secondo i suoni dei corridoi, Questo Need for Speed ​​​​​​2022 il cui nome deve ancora essere chiarito dovrebbe essere rilasciato a novembre del prossimo anno.

Need for Speed: Chicago, cartoni animati e effetti fotorealistici, trapelano nuovi dettagliNeed for Speed: Chicago, cartoni animati e effetti fotorealistici, trapelano nuovi dettagli

Acquista Need for Speed ​​​​​​​​Heat su PS4 a 33 € su Amazon

Questa pagina contiene link di affiliazione ad alcuni dei prodotti che JV ha selezionato per te. Ogni acquisto che fai cliccando su uno di questi link non ti costerà di più, ma l’e-merchant ci paga una commissione.
Maggiori informazioni manuale utente

Profilo di Max_Cagnard, Jeuxvideo.com

Attraverso Max_DodgerGiornalista jeuxvideo.com

PMTwitter

Questo scherzo di Kirsten Dunst ha fatto arrabbiare i fan, i servizi segreti intervengono

Emma Smet, la migliore risorsa del PSG per mantenere Kylian Mbappé?