in

PlayStation 5: finalmente in arrivo la compatibilità con refresh rate variabile… tra qualche mese

In occasione di un nuovo aggiornamento di sistema per PS5, Sony conferma finalmente l’arrivo della compatibilità Variable Refresh Rate (VRR) sulla propria console. Nessuna impazienza però, sarà solo efficace “nei prossimi mesi”

Stavamo quasi aspettando! Sebbene fosse stato annunciato prima del rilascio della macchina, PlayStation 5 ha attivato il supporto per il protocollo HDMI Variable Refresh Rate (VRR) “nei prossimi mesi”† Ecco cosa ha annunciato oggi Sony (23 marzo 2022) rilasciando un nuovo aggiornamento firmware per la sua console di prossima generazione, ma che quindi non include immediatamente tale compatibilità.

Per la cronaca, il VRR consiste nella capacità del display e della sorgente HDMI (ammesso che entrambi siano compatibili con la tecnologia) di sincronizzare le proprie frequenze di aggiornamento in modo costantemente variabile, a un valore del tutto arbitrario entro un determinato intervallo. Nel contesto dei videogiochi, ciò consente di ridurre l’impatto della caduta frequenza dei fotogrammi Ad esempio, quando un gioco che punta a 60 fps subisce un calo temporaneo a 52 fps, il display può ridurre immediatamente la frequenza di aggiornamento a 52 Hz e quindi assorbire il ritardo nel modo più trasparente possibile allo stesso modo. Tuttavia, su uno schermo a frequenza di aggiornamento fissa, sarebbe stato necessario dividere alcuni fotogrammi (con conseguenti animazioni a scatti molto evidenti) o disabilitare la sincronizzazione verticale (con conseguente “strappo” delle linee visibili nell’immagine).

La possibilità per l’utente di “forzare” il VRR su tutti i giochi

Quando questa opzione è disponibile su PS5, l’utente ha la possibilità di abilitarla solo per i giochi che supportano esplicitamente VRR, o di forzarla su tutti i giochi. Sony ci avverte già che per i titoli che non offrono questo supporto esplicito, non è impossibile che ciò accada “problemi visivi imprevisti”† Tuttavia, vorremmo presumere che questa sia solo una cautela esagerata e che la stragrande maggioranza dei giochi rilasciati fino ad oggi funzionerà con VRR senza problemi. Almeno questo è ciò che tutti i fan di un certo Anello dell’Eldencasuale.

A distanza di quasi un anno e mezzo dal rilascio della PS5, l’assenza del VRR sulla macchina ha iniziato davvero a metterci alla prova, in quanto questa è una delle caratteristiche principali dello standard HDMI 2.1 sui videogiochi. Il punto è che Sony è chiaramente rimasta molto indietro nell’implementazione della tecnologia, e non solo dal lato console: anche i televisori ritagliati del brand 2021, pubblicizzati come compatibili con VRR, hanno dovuto aspettare lunghissimi mesi prima di ricevere l’aggiornamento che ha portato loro una concreta compatibilità, arrivata solo poche settimane fa, inizio marzo 2022.

Da parte loro, Xbox Series X e S possono infatti vantarsi di essere compatibili con VRR sin dal loro primo giorno sul mercato. Manterranno anche l’esclusività per il prossimo futuro, Sony annuncerà solo l’arrivo di VRR “prossimi mesi”

Formula 1 | Hamilton: Il mio obiettivo finale in F1 non è solo vincere il campionato

Questo segno zodiacale può incontrare difficoltà nel mese di aprile