in

PS5: Sony sta investendo molto (di nuovo) nel gioco di servizio, spiegazione

Notizie di affari PS5: Sony sta investendo molto (di nuovo) nel gioco di servizio, spiegazione

Sony crede fermamente nel gioco di servizio e sembra voler avere tutte le carte in mano per assicurarsi un futuro solido. Difficile dargli torto. Esatto, l’azienda ha appena speso una grossa somma di denaro per investire in una società specializzata in questa materia…

AccelByte, potenza silenziosa

Sony non è lo specialista dei servizi di gioco, ma non ci vorrà molto. In ogni caso, il produttore giapponese ha recentemente annunciato le sue ambizioni: mira a rilasciare dieci di questi giochi entro il 2026. È molto, sì, e gli studi PlayStation devono disporre di strumenti potenti per svolgere la loro missione. È qui che entra in gioco AccelByte.

Fondata nel 2016 da Junaili Lie, ex ingegnere di Epic Games che ha lavorato in particolare sull’infrastruttura online di Fortnite o l’Unreal Engine, AccelByte è un’azienda che aiuta gli studi a creare e mantenere giochi di servizio. La società poi li spinge a farlo “costruisci una piattaforma back-end scalabile da zero” † concretamente, offre loro strumenti informatici per modellare in modo fluido e ponderato aspetti come la lobby, il matchmaking, il cloud o semplicemente il season pass.

Sony sarà senza dubbio interessata, soprattutto perché AccelByte ha già clienti prestigiosi come gli autori di
PUBGDeep Silver di Remedy Entertainment (controllo)… e quindi ho deciso di lasciare un bel assegno.

PS5: Sony sta investendo molto (di nuovo) nel gioco di servizio, spiegazione PS5: Sony sta investendo molto (di nuovo) nel gioco di servizio, spiegazione

Una grande quantità, ma non ancora nota

È stato il sito TechCrunch a segnalare la novità: Sony ha investito direttamente in AccelByte e, a priori, abbastanza generosamente… ma non sappiamo quanto. In ogni caso, l’organizzazione ha recentemente ricevuto $ 60 milioni, mentre NetEase cinese ha anche abbandonato i biglietti, ci è stato detto.

Vi ricordiamo che Sony ha acquistato anche Bungie (e quindi destino) e ha investito un miliardo di dollari in Epic Games, due società non proprio ignoranti in fatto di gaming; quindi sembra che il colosso giapponese stia ribaltando tutte le probabilità dalla sua parte per le produzioni future. a priori, un titolo The Last of Us completamente online seguirebbe questa tendenza, mentre Insomniac Games (L’Uomo Ragno della MarvelCricchetto e Clank si separano) e Porto (recentemente fondata da Jade Raymondil produttore del primo Assassin’s Creed) lavorare anche su progetti multigiocatore

PS5: Sony sta investendo molto (di nuovo) nel gioco di servizio, spiegazione

Profilo di Max_Cagnard, Jeuxvideo.com

Attraverso Max_DodgerGiornalista jeuxvideo.com

PMTwitter

le misure di inflazione del governo hanno avvantaggiato prima i ricchi

Data di dichiarazione 2022: mancano solo due settimane!