in

Recensione Fairphone True Wireless: auricolari appropriati ed etici

Valutazione dell'editore: 3 su 5

Produzione e accessori

Il design di True Wireless non è originale, ma ha il merito di dimostrarsi. La sobrietà è fondamentale, con un design interamente in plastica opaca, morbida al tatto e piacevole da impugnare. La qualità della produzione c’è: le piste di montaggio sono abbastanza discrete e le cuffie ci sembrano robuste. Sono inoltre certificati IPX4 per resistere alle gocce di pioggia e al sudore. Naturalmente, sarà necessario assicurarsi che siano adeguatamente mantenuti dopo ogni sessione sportiva.

Il case è piuttosto imponente, ma rimane abbastanza compatto da stare in una tasca, che dovrebbe comunque essere abbastanza grande. È anche molto facile da usare con una sola mano grazie al sistema di cerniere che è simile a quello delle casse del AirPod di Apple† L’alloggiamento del True Wireless è ricoperto dallo stesso rivestimento opaco e morbido al tatto delle cuffie, ma tende a raccogliere polvere qui. Sulla parte frontale, 4 led indicano il livello di carica residua.

Se le cuffie Fairphone sono dotate di 3 paia di punte in silicone di diverse dimensioni, si nota l’assenza del cavo di ricarica. Argomento ecologico per limitare i rifiuti elettronici o solo l’avarizia, ti lasciamo formare la tua opinione.

Valutazione dell'editore: 3 su 5

L’esperienza utente

Il True Wireless viene azionato utilizzando una superficie tattile sulla parte superiore di ciascun auricolare. Quest’area è facilmente accessibile, reattiva, ma a volte un po’ troppo sensibile. I comandi touch consentono di compiere tutte le azioni indispensabili per il corretto funzionamento delle cuffie: navigare tra i brani, gestire la riproduzione, regolare il volume, attivare l’assistente vocale del telefono o anche destreggiarsi tra le 3 modalità di ascolto disponibili (riduzione del rumore attiva, ambiente modalità di ascolto, spenta). Alcune azioni sono anche accompagnate da messaggi vocali, tuttavia, di scarsa qualità.

L’abbinamento avviene quando si esce dalla casella per la prima volta o utilizzando il pulsante sotto la casella. L’auricolare Fairphone comunica quindi in Bluetooth 5.3 ed è compatibile con i codec SBC e AAC. Tuttavia, in queste cuffie non è implementata alcuna funzione multipoint. Con un sensore di prossimità, la musica può essere automaticamente messa in pausa quando uno degli auricolari viene rimosso dalle orecchie, ma non passerà alla modalità mono quando viene indossato un solo auricolare, perdendo metà del segnale stereo.

Sfortunatamente, questo è tutto ciò di cui hai bisogno per affondare i denti, poiché Fairphone True Wireless non sfrutta un’app mobile complementare per accedere a un potenziale equalizzatore, varie opzioni di personalizzazione o persino il livello preciso di batteria rimanente. Senza un’app, inoltre, è impossibile aggiornare le cuffie, il che può essere problematico in caso di problemi software.

Valutazione dell'editore: 3 su 5

Audio

Il True Wireless di Fairphone opta per una firma sonora bassa e piuttosto schietta, non la più musicale. Tuttavia è possibile ottenere una riproduzione molto più gradevole, ma ciò richiede che le cuffie siano posizionate in maniera piuttosto assurda e non proprio comode nelle orecchie. Infatti, il design delle cuffie fa sì che, quando poste nella loro posizione “logica” (vedi foto sotto), l’altoparlante non sia effettivamente allineato in linea con il condotto uditivo, compromettendo fatalmente la riproduzione del suono percepito.

Ha lasciato il posizionamento

A sinistra il posizionamento “logico” corrispondente alla curva di risposta in frequenza nera (vedi sotto). A destra, la posizione per ottenere un’esperienza di ascolto ottimale corrispondente alla curva di risposta in frequenza verde (vedi sotto).

Nella posizione “logica”, il Fairphone True Wireless enfatizza principalmente la fascia bassa dello spettro, creando un eccesso di bassi, soprattutto quando la cancellazione del rumore è attiva. La rimozione degli alti medi inclina ancora di più il bilanciamento a favore dei bassi e conferisce alla riproduzione complessiva un suono molto morbido, troppo morbido, che potrebbe anche essere descritto come smussato. Le voci fanno fatica a distinguersi, le fonti ricche di armoniche (cembali, chitarre distorte, certi ottoni…) sono fortemente smorzate; comportamento dannoso nonostante la riproduzione accurata attraverso lo spettro riprodotto.

Misurazione della risposta in frequenza (normalizzata a 94 dB SPL a 1 kHz).  Con cancellazione attiva del rumore (viola), senza cancellazione attiva del rumore (nero), in posizione

Misurazione della risposta in frequenza (normalizzata a 94 dB SPL a 1 kHz). Con cancellazione attiva del rumore (viola), senza cancellazione attiva del rumore (nero), nella posizione di ascolto “ideale” (verde).

In queste condizioni, la riproduzione dell’immagine sonora è chiaramente priva di profondità (gli elementi in primo piano sono spinti indietro) nonostante l’ampiezza molto corretta. La riproduzione della dinamica è ben assicurata, niente di più.

Come accennato in precedenza, è possibile ottenere una riproduzione molto più soddisfacente regolando la posizione delle cuffie nelle orecchie. Sollevando le cuffie e spingendole un po’ più nel condotto uditivo, la riproduzione riacquista una nitidezza e una vivacità più che gradite, ma sempre a scapito di molto meno comfort.

Misurazione della distorsione armonica (normalizzata a 94 dB SPL a 1 kHz).

Misurazione della distorsione armonica (normalizzata a 94 dB SPL a 1 kHz).

Valutazione dell'editore: 4 su 5

Cancellazione attiva del rumore

True Wireless è estremamente efficiente quando si tratta di attenuare le basse frequenze. La capacità è tale da raggiungere o addirittura superare i risultati dei migliori studenti in questo campo, il Sony WF-1000XM4 e Devialet Gemelli† Così, sono in grado di eliminare quasi completamente i rumori dei motori di automobili, autobus o treni, con grande gioia delle orecchie. Anche le componenti più basse della voce umana sono mirabilmente smorzate.

Misurazione dell'isolamento: segnale di riferimento (nero), isolamento passivo (grigio), cancellazione attiva del rumore (viola), modalità di ascolto del suono ambientale (arancione).

Misurazione dell’isolamento: segnale di riferimento (nero), isolamento passivo (grigio), cancellazione attiva del rumore (viola), modalità di ascolto del suono ambientale (arancione).

Sfortunatamente, lo stesso non si può dire per lo smorzamento dei medi. L’algoritmo di riduzione del rumore perde chiaramente efficacia quando si confronta con toni più alti, come pneumatici che stridono, un treno che scivola sui binari o determinati segnali sonori. Le voci sono anche minimamente smorzate, in modo da poter ascoltare perfettamente gli annunci vocali della metropolitana o del macchinista. Le cuffie Fairphone affrontano anche un problema abbastanza raro con questo tipo di cuffie: sono molto pessime nell’affrontare sbalzi di pressione improvvisi (ad esempio, quando si attraversa un tunnel in treno o metropolitana), che provocano un rumore parassita molto sgradevole.

Infine, il modo di ascoltare i suoni ambientali è corretto. Trascrive bene i diversi suoni nella stanza, ma la riproduzione manca chiaramente di naturalezza e aerazione.

Punti di forza

  • Buona precisione complessiva del suono.

  • Terrificante cancellazione attiva del rumore alle basse frequenze.

  • Ottime sensazioni di comfort.

  • Facile da usare.

Punti deboli

  • Riproduzione del suono “boomy”, che manca di chiarezza e nitidezza.

  • Voce un po’ troppo chiusa.

  • Nessuna app di accompagnamento, nessuna personalizzazione possibile.

  • Nessun passaggio a mono quando si utilizza un singolo auricolare (stereo in breve).

Conclusione

segno globale

Valutazione dell'editore: 3 su 5

Come funziona la valutazione?

Per il suo primo vero auricolare wireless, Fairphone realizza una copia corretta che soddisferà il maggior numero di persone. Il True Wireless si distingue dai modelli concorrenti non solo per la loro promessa etica e ambientale, ma anche per l’eccellente comfort e una sorprendente cancellazione del rumore per le cuffie in questa fascia di prezzo. D’altra parte, le cuffie di Fairphone mostrano alcuni punti deboli in termini di suono e soffrono anche della mancanza di opzioni di personalizzazione.

Star di Google Street View, l’Ocean Serpent “è ancora più bello nella vita reale”

la nuova pepita Vivo danneggerà molto la concorrenza