in

Recensione JBL Flip 6: la nostra recensione completa – Altoparlanti Bluetooth

Sotto l’apparenza di non toccarlo, l’altoparlante portatile JBL Flip 6 segna una netta rottura rispetto al Flip 5, grazie a una formula acustica rivista. JBL ha installato un altoparlante e un amplificatore extra per renderlo più musicale, specialmente ad alto volume. Piccolo, robusto, facile da trasportare, il JBL Flip 6 ha alcuni seri assi nella manica nella sua categoria.

Recensione JBL Flip 6
L’altoparlante JBL Flip 6 // Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

Pur essendo compatto, l’altoparlante Bluetooth JBL Flip 6 può essere portato ovunque per ascoltare musica o godersi un suono di qualità mentre si guarda una serie su uno smartphone o un tablet. Robusto, impermeabile, non teme di essere spinto, immerso nell’acqua o riposto nella sabbia. Per questo sesto anno, JBL ha apportato solo piccole modifiche estetiche, ma ha raddoppiato il numero di trasduttori e amplificatori per separare meglio i registri di frequenza. Il Flip 6 è quindi un modello a 2 vie e questo è un grande miglioramento.

Specifiche JBL Flip 6

Modella JBL Capovolgi 6
Numero di parlanti

2

potenza

30 watt

Autonomia annunciata

12 ore

Microfono incorporato

No

Versione Bluetooth

5.1

Codec Bluetooth supportato

SBC

Il peso

530 grammi

Dimensioni

21,6 mm

Segno di protezione:

IP67

Prezzo 116€
Scheda prodotto

Questo test è stato eseguito con un altoparlante prestato dal produttore.

Design del JBL Flip 6

Il JBL Flip 6 cambia poco rispetto al Flip 5, fatta eccezione per il logo del marchio, che va dal quadratino rosso alle grandi lettere JBL in rilievo e dello stesso colore del vestito dell’oratore. † Il Flip 6 si presenta quindi sotto forma di un cilindro lungo circa 18 cm e di 8 cm di diametro, in gran parte rivestito con tessuto Kvadrat. Il colore grigio del nostro modello è ottenuto intrecciando rete nera, antracite e grigio chiaro, conferendogli riflessi discretamente raffinati. Il tessuto è piegato nella zona di contatto con i rinforzi laterali dell’alloggiamento, che lo riveste anteriormente.

Recensione JBL Flip 6
I pulsanti di controllo del JBL Flip 6 si trovano nella parte superiore dell’altoparlante //Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

La base in silicone dell’altoparlante impedisce che si ribalti o rotoli quando viene posizionato, puntandolo leggermente verso l’alto per una dispersione più diretta all’ascoltatore. Nella parte superiore si trovano i pulsanti di controllo in silicone, mentre sul retro ospitano i pulsanti di accensione e pairing Bluetooth illuminati, oltre alla porta di ricarica USB-C e una barra LED che indica lo stato della batteria. Infine, l’altoparlante JBL Flip 6 ha un cinturino da polso per appenderlo o trasportarlo.

Recensione JBL Flip 6
Nonostante l’apparente porta USB-C, il JBL Flip 6 è certificato IP67 e quindi impermeabile //Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

Il JBL Flip 6 trasuda robustezza, è completamente impermeabile e resistente alla polvere con certificazione IP67 e colpisce per il suo design e la qualità costruttiva.

Uso e applicazione del JBL 6

Il JBL Flip 6 è pensato per essere utilizzato nella privacy di una stanza a poche decine di centimetri da te, su un letto o un comodino, così come su una tovaglia da picnic, a bordo piscina o anche sulla sabbia di una spiaggia. Durante le molte settimane che è durata questa prova, è stata sempre comoda: facile da trasportare, facile da posizionare e anche appendere o fissare grazie alla cinghia. C’è sempre un posto per questo, appeso al bracciolo di un sedile per camper o attaccato al portapacchi di una bicicletta.

I pulsanti di controllo sono facili da usare e il loro rilievo li rende facili da individuare, anche con gli occhi chiusi. Gli step del volume sono abbastanza numerosi e consentono di regolare il volume in modo abbastanza fine, più che tramite i pulsanti di uno smartphone. Il pulsante di riproduzione/pausa ti consente di passare al brano successivo con una doppia pressione. Nessuna possibilità di tornare alla traccia precedente.

Recensione JBL Flip 6
Il cinturino permette di appendere il JBL Flip 6 e sgrassare le basse frequenze //Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

Per impostazione predefinita, l’altoparlante emette un segnale acustico quando è acceso e quando si collega a una sorgente Bluetooth. Tuttavia, è possibile disattivare tutti i suoni di interazione.

Un’app con equalizzatore

JBL offre ancora la stessa applicazione di base per gestire i suoi altoparlanti Bluetooth. JBL Portable fornisce l’accesso a una serie di funzioni utili, oltre all’aggiornamento del file firmwarecome un equalizzatore a tre bande (bassi/medi/alti) o la modalità Party Boost. Quest’ultimo può combinare più altoparlanti JBL (fino a 100 in teoria) per offrire un suono più coinvolgente e potente.

Questa modalità non richiede gli stessi altoparlanti e ho potuto ascoltare il Flip 6 allo stesso tempo, il Addebito JBL 5 e l’Estremo 3.

Bluetooth multi-scrivania

Il controller Bluetooth 5.2 integrato supporta la connessione multipoint, consentendo di utilizzare JBL Flip 6 con due sorgenti Bluetooth contemporaneamente. La connessione è molto stabile e viene rispettata la portata pubblicizzata di 10 metri, anche attraverso un pavimento in legno. Quando abilitato, l’altoparlante si riconnette molto rapidamente all’ultimo dispositivo accoppiato.

JBL Capovolgi 6 audio

Il JBL Flip 6 segna una significativa evoluzione nella gamma Flip poiché, a differenza del Flip 5 che aveva solo un altoparlante a banda larga, il Flip 6 eredita un tweeter a cupola morbida come il JBL Charge 5 e JBL Extreme 3. l’aggiunta di un convertitore 16 mm, dedicato esclusivamente alle alte frequenze, regola il comportamento del Flip 6 nella fascia alta dello spettro e rende gli alti più udibili nella gamma media. Ma non è tutto in teoria, perché l’altoparlante di fascia medio-bassa da 8 x 4,5 cm, che ora opera su una gamma di frequenze più ristretta, dovrebbe guadagnare in efficienza e precisione.

Recensione JBL Flip 6
Il driver della gamma medio-bassi allungato ha un’imponente sospensione per suonare ad alto volume. Il tweeter è un modello a cupola in tessuto rivestito da 16 mm //Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

Questo altoparlante è accoppiato a due radiatori passivi, che amplificano meccanicamente le basse frequenze al di sotto degli 80 Hz e riducono l’escursione del diaframma del trasduttore principale. A verifica, l’allegato produce: bassi in abbondanza fino a 55 Hz e al di sotto tagliano chiaramente† Questa è una prestazione eccellente per un altoparlante così piccolo e una buona notizia, poiché la riproduzione efficace dei suoni dei bassi intorno ai 60 Hz dà un’impressione di pieno piacere d’ascolto.

Recensione JBL Flip 6
I radiatori passivi si trovano ciascuno alle estremità del JBL Flip 6 //Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

Cambia anche il guadagno con ora due amplificatori invece di uno: il primo da 20 W, per l’altoparlante medio-basso, e il secondo da 10 W, per il tweeter. Possiamo quindi giustamente sperare in un regime di transizione migliore per ciascun diffusore e in un suono complessivamente migliore. Infine, solo codec SBC è supportato, il che non è un problema, poiché la qualità dell’amplificazione e dei trasduttori ha la precedenza sul metodo wireless di trasmissione del suono.

Configurazione di prova

Stavo ascoltando l’altoparlante JBL Flip 6 con a iPhone 13 Pro Max da allora AppleMusic, in diverse condizioni: all’interno, da una distanza di 50 cm a pochi metri, ma anche all’aperto, nella quiete della natura o in riva al mare, con la risacca dell’oceano sullo sfondo. Indipendentemente da ciò, l’altoparlante si è comportato in modo fantastico e ha fornito un suono costantemente bello ed equilibrato. Nota che, come molti altoparlanti Bluetooth, il minuscolo JBL Flip 6 riduce il volume delle basse frequenze a oltre il 40% del suo volume, al fine di preservare il guadagno e il diaframma dell’altoparlante.

Recensione JBL Flip 6
All’esterno, questo piccolo altoparlante colpisce per il volume e il bilanciamento del suono, fino al 40% del volume //Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

È leggermente inferiore a un Charge 5 che riduce il livello aerodinamico a oltre il 60%, ma non molto fastidioso in termini assoluti, in quanto il Flip 6 suona molto forte al 40% e può essere ascoltato da pochi metri senza alcun problema.

Suono caratteristico

Il JBL Flip 6 è semplicemente eccellente per le mie orecchie, chiaramente superiore alla versione 5. Offre un suono generoso nei bassi, morbido e analitico nei medi, fine e chiaro negli alti. L’equilibrio tra i diversi registri è sapiente e la ricetta è perfettamente riuscita. Nonostante il suo piccolo volume, riesce a colpire abbastanza forte e abbastanza basso (55 Hz) e non lascia l’ascoltatore affamato.

Recensione JBL Flip 6
JBL Flip 6, Charge 5 ed Extreme 3 //Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

Il Flip 5 non sembrava andare così in basso, i medi erano più ruvidi e gli alti meno lisci. Nel complesso, questa sesta iterazione è molto piacevole.

  • Bassi: morbidi e generosi fino a 55 Hz, spesso sorprende per la sua presenza e bassa resistenza (i radiatori passivi generano poca inerzia)
  • Medio: Preciso e strutturato, l’equilibrio può piacere a molte orecchie. Le voci sono molto ben riprodotte.
  • Alti: sottili e ariosi grazie al nuovo tweeter

Comportamento dinamico e immagine sonora

Questo è un punto di forza del JBL Flip 6: la sua capacità macrodinamica è buona e l’altoparlante è anche capace di differenze dinamiche significative, senza rinunciare all’aggressività. Il suono è quindi molto controllato, indipendentemente da ciò che viene dato da suonare. La resa delle voci è del tutto soddisfacente e in questo gioco il Flip 6 si comporta altrettanto bene, se non meglio, del Charge 5. Devi prestare le tue orecchie all’Extreme 3 per assaporare più dettagli e raffinatezza. Il piccolo JBL Flip 6 si comporta molto bene con film e serie che vengono riprodotti da laptop, smartphone o televisione.

Recensione JBL Flip 6
Il guscio dell’altoparlante JBL Flip 6 trasuda solidità // Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

Monofonia d’obbligo, il palcoscenico sonoro non può essere ampio, ma sorprende per la sua profondità. Il buon comportamento dinamico permette un piacevole sfalsamento dei piani sonori, senza fastidiosi compattamenti. In pratica il suono trasmesso è ben articolato e le voci escono bene. In questo gioco, supera JBL Flip 5 e il Addebito JBL 5

Microfono JBL Flip 6

Nessun microfono sul JBL Flip 6, che era già il caso del modello precedente. Quindi non possiamo chiamarla.

Autonomia del JBL Flip 6

JBL pubblicizza fino a 12 ore di durata della batteria e ho misurato 13 ore dopo aver utilizzato l’altoparlante a circa il 10-30% del volume mentre ascoltavo le mie solite playlist. È leggermente inferiore a un Flip 5, ma ha senso poiché ora ha due amplificatori integrati. Per quanto riguarda la batteria, si carica in circa 2h30.

Prezzo e data di uscita di JBL Flip 6

L’altoparlante JBL Flip 6 è disponibile nei colori nero, bianco, grigio, rosso e blu e costa € 139 IVA inclusa. Non è il più economico dei piccoli altoparlanti mobili, ma è uno dei migliori della sua categoria.

A Tolosa, un’applicazione premia i dipendenti che guidano in modo pulito

i francesi amano ancora l’aperitivo ma sempre meno alcol