in

Recensione Logitech Signature M650: un mouse da ufficio wireless comodo ed economico

Valutazione dell'editore: 4 su 5

Ergonomia

In termini di costruzione, il design è piuttosto elaborato, anche se i materiali utilizzati non sono di fascia alta come quelli delle MX Masters. La plastica è generalmente liscia, tranne sui lati dove è stato applicato un rivestimento simile alla gomma in rilievo per una migliore presa.

Il rivestimento impedisce alle dita di scivolare.

Il rivestimento impedisce alle dita di scivolare.

Il mouse non fa parte della gamma ergonomica di Logitech, ma sentiamo gli sforzi da questo lato. I bordi hanno una forma con curve pronunciate, che è un buon benvenuto per il pollice. D’altra parte, il design simmetrico non è dei più piacevoli per le dita opposte (in particolare il mignolo e il medio) che non sfruttano proprio questa curva. Quindi preferiamo la forma dell’MX Master che si adatta meglio alla mano, ma è anche più imponente.

L'impugnatura del palmo è l'ideale.

reagire a presa del palmo è l’ideale.

Abbiamo testato il mouse nella taglia L (41,5 x 65,6 x 118 mm per 111 g – con batteria). Quindi non è il più leggero, il che non è necessariamente molto importante nell’automazione degli uffici. La batteria in dotazione dovrebbe offrire un’autonomia di circa 2 anni, a seconda dell’utilizzo.

Si trova sotto il coperchio del mouse, accanto all’alloggiamento del Logibolt, il piccolo ricevitore wireless del brand che gradualmente dongle unire. Puoi infatti collegare il mouse al tuo computer tramite questo ricevitore o tramite Bluetooth. Anche i pad sotto il mouse sono realizzati in PTFE e garantiscono quindi una scorrevolezza fluida.

Sotto la cache.

In totale, la Signature M650 ha 5 pulsanti. I due clic principali sono perfettamente silenziosi, che è uno dei punti di forza del mouse nel non disturbare i suoi vicini in uno spazio aperto. Ci sono due clic secondari sul pollice e un clic sulla rotellina.

La presa è buona, ma non perfetta.

La presa è buona, ma non perfetta.

Quest’ultimo beneficia della tecnologia SmartWheel che offre uno scorrimento molto leggermente intaccato, ma fluido quando vuoi andare più veloce. D’altra parte, non è completamente gratuito, a differenza del MagSpeed ​​dell’MX Master 3, ma questa soluzione ibrida è interessante ed evita di dover premere ovunque per selezionare la modalità notched o la modalità libera. È anche molto silenzioso.

Punti di forza

  • Pulsanti e rotella silenziosi.

  • Connessione Bluetooth e Logibolt.

  • Ottima autonomia.

  • Ruota intelligente efficiente.

  • Disponibile nelle versioni larga e mancina.

Punti deboli

  • Non si collega a più dispositivi.

  • Nessuna rotellina di scorrimento orizzontale.

Conclusione

abbiamo testato, ci è piaciuto
segno globale

Valutazione dell'editore: 4 su 5

Come funziona la valutazione?

Il Signature M650 è un buon mouse wireless che ha il vantaggio di essere perfettamente silenzioso. È piacevole da usare e ha alcune caratteristiche pratiche, ma non così avanzate come le MX Master, che sono certamente più lussuose. Anche la sua batteria e la sua enorme autonomia sono un vantaggio. Ci rammarichiamo semplicemente per la mancanza di una connessione multi-dispositivo disponibile su altri modelli, ma il rapporto qualità prezzo si rivela alla fine molto interessante.

sottonote

  • Ergonomia

    Valutazione dell'editore: 4 su 5
  • Precisione

    Valutazione dell'editore: 4 su 5

opposizione dei giocatori, possibili sanzioni da parte di ATP e WTA… Cosa c’è da sapere sull’esclusione dei giocatori russi e bielorussi dal torneo

Alexandra Rosenfeld, vittima della “minofobia”? Il termine è scelto piuttosto male…