in

Recensione Samsung Galaxy A33 5G: uno smartphone economico e abbastanza versatile

Sulla carta, questo Galaxy A33 5G ha una configurazione simile a quella del modello 2021. Troviamo quindi un fotosensore quadruplo composto da un grandangolare da 48 megapixel, la cui lente si apre a f/1.8, un ultra grandangolare da 8 Mpx obiettivo (f / 2.2). , un modulo macro da 5 Mpx (f/2.4) e un sensore di profondità da 2 Mpx (f/2.4). Detto questo, la maneggevolezza di Samsung è molto più convincente su questo modello.

L’abbiamo confrontato con Realme 9 Pro+attualmente uno dei migliori fotofoni in questa fascia di prezzo.

Modulo principale: 48 MP, f/1.8, eq. 26 mm

Il modulo principale da 48 MP acquisisce istantanee a 12 MP per impostazione predefinita. Come con la maggior parte degli altri smartphone, utilizza la tecnologia del rilegatura dei pixel che consente di unire quattro pixel in uno per catturare più luce quando si esaurisce.



Realme 9 Pro+ (12,5 MP, 26 mm eq., f/1,8, ISO 157, 1/50s)


Samsung Galaxy A33 5G (12 Mpx, equivalente 26 mm, f/1.8, ISO 40, 1/50 s)

Durante il giorno, il Galaxy A33 5G offre una registrazione di buona qualità. Il trattamento prodotto da Samsung è facilmente riconoscibile, soprattutto per via dei colori sempre saturi (come si può vedere sui grafici di prova) e del forte contrasto. Tuttavia, ti consente di beneficiare di una foto chiaramente leggibile e chiara. Il Realme 9 Pro+ offre una visione più dettagliata e permette, ad esempio, di percepire delle asperità sulla copertina del libro o sulla mappa. La colorimetria è più accurata e dona una tinta più naturale all’insieme, ma Samsung non deve nemmeno vergognarsi del suo (ottimo) avversario.



Realme 9 Pro+ (12,5 MP, 26 mm eq., f/1.8, ISO 7600, 1/15s)


Samsung Galaxy A33 5G (12 Mpx, equivalente 26 mm, f/1.8, ISO 1000, 1/10 s)

Le cose inevitabilmente si complicano al buio. In una scena poco illuminata, il livellamento digitale del Galaxy A33 5G riduce il livello di dettaglio. Di conseguenza, il tutto perde leggibilità. Il Realme 9 Pro+ mostra sicuramente più rumore, ma il rendering è molto migliore. Ci piace particolarmente una nitidezza più avanzata che consente scatti abbastanza precisi anche in condizioni di scarsa illuminazione.

Modalità 48 MP

È sempre possibile forzare la definizione completa apportando una modifica. Abbiamo quindi confrontato le registrazioni da 12 Mpx con quelle da 48 Mpx isolando un’area di uguale dimensione su entrambi. Puoi vedere la differenza di definizione.



Samsung Galaxy A33 5G (48 Mpx, equivalente a 26 mm, f/1.8, ISO 40, 1/50 s)


Samsung Galaxy A33 5G (12 Mpx, equivalente 26 mm, f/1.8, ISO 40, 1/50 s)



Samsung Galaxy A33 5G (48 Mpx, equivalente a 26 mm, f/1.8, ISO 1000, 1/10 s)


Samsung Galaxy A33 5G (12 Mpx, equivalente 26 mm, f/1.8, ISO 1000, 1/10 s)

Durante il giorno, questa modalità è davvero interessante. Senza allungare significativamente l’inquadratura, puoi sfruttare un livello di dettaglio più elevato e applicare un trattamento più naturale rispetto alla modalità standard. Al buio, invece, lo smoothing digitale è molto più visibile e non si può beneficiare di una registrazione fondamentalmente migliore. Questa modalità sarà quindi riservata alle riprese in ambienti luminosi.

Modulo ultra grandangolare: 8 Mpx, f/2.2, 123°



Realme 9 Pro+ (f/2.3, ISO 155, 1/50 sec)


Samsung Galaxy A33 5G (f/2.2, ISO 80, 1/50 sec)

Sfortunatamente, il modulo ultra grandangolare non è una sorpresa. Durante il giorno, la scena è sovraesposta e manca di nitidezza, ma rimane utilizzabile. Il livello di dettaglio è tutt’altro che ottimale, ma è anche il caso del Realme 9 Pro+. Quest’ultimo offre un display più contrastato e saturo, ma siamo lontani dalle prestazioni del sensore principale.



Realme 9 Pro+ (f/2.3, ISO 8626, 1/20s)


Samsung Galaxy A33 5G (f/2.2, ISO 1000, 1/8 sec)

Di notte nessuno dei due smartphone riesce ad uscire dal gioco, il rumore digitale penetra nell’immagine e le registrazioni sono quasi inutilizzabili. L’acquisizione è ancora molto più veloce su Realme 9 Pro+.

Modulo frontale e video

Nella parte anteriore non troviamo l’ottimo sensore da 32 Mpx del Galaxy A53, ma un modulo da 13 Mpx il cui obiettivo si apre a f/2.2. Tuttavia, gli scatti hanno un discreto successo e beneficiano di una buona nitidezza, se esposti correttamente.

Il grandangolo può filmare fino a 4K a 30 fps e in Full HD fino a 60 fps. Consigliamo quest’ultimo. Il rendering è abbastanza corretto, nonostante le difficoltà nella gestione delle alte luci. Quindi fai attenzione alla retroilluminazione.

Gli Outriders non hanno ancora fatto soldi in studio che gli umani possono volare

French Days 2022: questo weekend è pazzesco! Ecco le migliori offerte live