in

Streaming: la Cina colpisce duramente e introduce nuove regole per i minori di 16 anni

Notizie di gioco Streaming: la Cina colpisce duramente e introduce nuove regole per i minori di 16 anni

Per contrastare gli eccessi legati alle attività degli streamer, il governo cinese ha appena introdotto nuove drastiche regole per i minori. Credendo che le derive siano troppo importanti sui servizi di streaming, il Regno di Mezzo ha deciso di colpire duramente con i più piccoli e i loro genitori.

Nel suo ruolo, che vede come un regolatore, il governo cinese ha indagato sul caso dei bambini che trascorrono molte ore sui loro schermi, e più specificamente di quelli che interagiscono con i loro streamer preferiti. D’ora in poi, chiunque abbia meno di 16 anni non potrà più contribuire finanziariamente all’attività degli streamer e non potrà più guardare queste trasmissioni in diretta dopo le 22:00.

LE NUOVE REGOLE DELLE AUTORITÀ CINESI

A partire da questo fine settimana, gli spettacoli di anime per bambini cinesi in streaming devono rispettare queste due nuove regole: niente più mance agli streamer e niente più guardare dopo le 22:00. Assumendo questo ruolo normativo, il governo mira a frenare i problemi di salute mentale e fisica. Le autorità statali di alto livello ritengono che le ore trascorse a guardare queste trasmissioni in diretta, soprattutto quando è coinvolta l’interazione finanziaria, apra la porta a tutti gli abusi educativi e di dipendenza. Non si tratta di Twitch o YouTube, stiamo parlando di piattaforme locali come Bilibili, Huya & Douyu e infine Douyin, la controparte cinese di TikTok. Quest’ultimo ha già introdotto una norma che limita la visione da parte dei minori di 14 a 40 minuti. E più in generale, da agosto 2021, i minori cinesi (under 18) possono giocare online per un massimo di 90 minuti al giorno (e 1 ora nei giorni festivi e nei fine settimana). Per soddisfare questo requisito, Tencent ha introdotto completamente il riconoscimento facciale!

Streaming: la Cina colpisce duramente e introduce nuove regole per i minori di 16 anni

Queste nuove regole fanno parte di una visione più ampia del governo cinese per controllare meglio l’intera industria dei videogiochi. Si va dall’approvazione dei progetti al divieto di giochi sul territorio (Fortnite) al bando ai bambini dal “caos” delle reti e dei social media. Non bisogna però dimenticare che la Cina, come la Corea del Sud, è stata colpita più volte da fenomeni di dipendenza molto preoccupanti. Ad esempio, il governo è intervenuto nel 2008 classificando la dipendenza da Internet come una condizione clinica (dieci anni prima dell’OMS). Tuttavia, secondo gli specialisti, la Cina è costretta a trovare un equilibrio perché le somme generate dal videogioco contribuiscono enormemente all’economia del Paese. Entro il 2023 il mercato cinese dei videogiochi dovrebbe pesare… 23,3 miliardi di euro.

Profilo di Ayden_, Jeuxvideo.com

Attraverso Ayden_Giornalista jeuxvideo.com

PM

Easyjet rimuove i sedili dagli aerei a causa della carenza di personale

Monitoraggio dei valori statunitensi a Wall Street (aggiornato) – 05/09/2022 alle 12:23