in

Test del robot aspirapolvere Roborock Q7 Max+: l’ambasciatore di fascia media completo e accessibile

Valutazione dell'editore: 5 su 5

Facilità d’uso

Il Q7 Max+ si presenta come molti altri modelli del catalogo Roborock, ad eccezione della serie E, i cui modelli non hanno un telemetro laser. Ne troviamo uno su questo modello. Leggermente avanzato rispetto al centro della scocca, dove si alza di quasi 2 cm sopra (l’altezza totale del robot arriva a 9,6 cm), questo telemetro permette di mappare i diversi ambienti della casa e lavora con diversi sensori presenti sul tornio e la parte inferiore del robot in modo che si muova senza (troppo) sforzo.

Il Roborock Q7 Max+.

Tuttavia, il sistema non è avanzato come quello dell’S7 MaxV Ultra che, oltre al telemetro e ai sensori, include una fotocamera frontale non solo per rilevare ma anche identificare determinati ostacoli. Una caratteristica che può essere trovata anche su Roomba j7+ e il JetBotAI.

Oltre al telemetro, sulla parte superiore del Q7 Max+ sono presenti alcuni pulsanti per accedere alle funzioni chiave senza dover utilizzare l’app (pulizia, ritorno alla base, ecc.). Roborock ti consente anche di bloccarli per evitare che un bambino o un animale li attivi accidentalmente. Una parvenza di maniglia permette invece di sollevare la parte posteriore dello scafo per accedere al collettore, qui abbinato al serbatoio dell’acqua previsto per la funzione di lavaggio.

Il Roborock Q7 Max+.

Roborock osserva che l’unione dei due elementi gli ha permesso in particolare di aumentare la loro capacità, il che è particolarmente vero per il serbatoio dell’acqua. Può contenere 350 ml, rispetto ai 300 ml dell’S7. Il contenitore della polvere ha una capacità di 470 ml rispetto ai 400 ml dell’S7 Max V Ultra, ma quella dell’S7 è identica.

Ad ogni modo, è relativamente comodo, soprattutto perché lo svuotamento automatico del Q7 Max+ evita effettivamente il contenitore della polvere. Il secondo argomento di Roborock fallisce per questo motivo, poiché si tratta di avere un solo elemento da trasportare per svuotare e riempire. Possiamo sicuramente sentirlo per il Q7 Max senza ventosa, ma avremmo preferito vedere arrivato un sistema di portello per evitare che i detriti finissero sul contenitore della polvere se maneggiati senza troppe precauzioni.

Il Roborock Q7 Max+.

Sul lato inferiore del Q7 Max+, vale la pena notare due spazzole. Quello principale, al centro, è un rullo di gomma che ruota per forzare lo sporco all’interno del tergipavimento. È stato aggiunto anche un piccolo spazzolino in gomma, ma a forma di stella che ruota lateralmente per piegare lo scarto verso il centro. Si può aggiungere un mocio sul retro, ma il supporto non vibra come quello di S7 e S7 Max V. Strofina il pavimento solo alla velocità del robot e quindi non dovresti aspettarti un miracolo sulle macchie ostinate, anche se il produttore rappresenta una pressione costante di 300 g sul terreno.

Il Roborock Q7 Max+.

Il Q7 Max+ è dotato di una stazione di ricarica, ma la sua stazione di ricarica funziona anche per svuotare il collettore. Per fare ciò, include una rampa che aspira immondizia e sporcizia per entrare in un sacco situato nella parte alta della stazione. Un coperchio consente di accedere facilmente a questa borsa da 2,5 litri. Secondo Roborock, può contenere abbastanza sporco da doverlo cambiare solo una volta ogni sette settimane.

Il Roborock Q7 Max+.

Ciò rende questa stazione molto più grande di una semplice stazione di ricarica. In particolare, l’altezza di oltre 40 cm fa si che l’aspirapolvere non venga nascosto sotto i mobili quando non viene utilizzato.

Connettività e App

Il Q7 Max+ si connette tramite Wi-Fi tramite l’applicazione Roborock, che può quindi essere controllata da remoto. La frizione è stata fluida da parte nostra e ci sono molte caratteristiche, a partire da diverse forze di aspirazione e portate d’acqua. Durante una pulizia, l’app permette di tracciare i movimenti del robot e, se non è stata ancora salvata alcuna tessera, tracciare la creazione e salvarla al termine. È possibile memorizzare più mappe secondo necessità per piani diversi. Il Q7 Max+ è molto preciso nella sua posizione e le mappe sono facili da leggere e modificare.

L'app Roborock.

Le parti possono essere separate e unite insieme se la rientranza non corrisponde. Con Roborock puoi aggiungere un tipo di pavimento per personalizzare la pulizia, oltre a mobili da una selezione, ma abbastanza facilmente. Inoltre, gli utenti possono creare pareti virtuali, zone vietate e altre aree che non devono essere lavate quando viene installato il mocio, ad esempio nella posizione dei tappeti. Si noti inoltre che l’aspirapolvere è in grado di riconoscere i tappeti e aumentare la potenza di aspirazione passandoci sopra.

Una volta completata la mappa, diventa possibile inviare il Q7 Max+ per pulire un’area o una stanza specifica. E’ inoltre possibile scegliere l’ordine delle stanze, così come le impostazioni per ciascuna nel caso di una pulizia completa. L’app di Roborock offre anche la possibilità di programmare le pulizie, oltre a definire gli slot Do Not Disturb per, ad esempio, impedire all’aspirapolvere di riprendere le pulizie nel cuore della notte quando non ha abbastanza batteria per completare il suo ciclo.

L'app Roborock.

Infine, sono presenti i comandi per azionarlo manualmente e varie impostazioni per lo svuotamento automatico. Il set è accompagnato da un sistema di notifica. Insomma, un’app molto completa, ma anche reattiva e piacevole da usare.

Valutazione dell'editore: 4 su 5

Manutenzione

La stazione di svuotamento automatico che accompagna il Q7 Max+ semplifica notevolmente la manutenzione, in quanto non è necessario svuotare manualmente il contenitore di raccolta del robot. Rallenta inoltre l’intasamento del filtro integrato nel collettore. Dopo aver succhiato 20 g di cacao dal robot e averlo inviato vuoto alla base, non abbiamo mai trovato più di 0,2 g nel filtro, indipendentemente dalla potenza selezionata (ne vengono proposte tre). Può essere comunque utile guardarlo di tanto in tanto e risciacquarlo con acqua, ma vale soprattutto la pena notare che il cacao è stato trovato sulla rampa della stazione, intorno all’imboccatura della stazione.

La stazione Roborock Q7 Max+.

Potrebbe quindi essere necessario pulirlo di tanto in tanto, oltre a cambiare il sacco pieno, che secondo Roborock dovrebbe essere fatto più o meno ogni sette settimane. Ne vengono forniti due, quindi sarà necessario acquistarne altri. Avremmo preferito che Roborock lasciasse la scelta se utilizzare o meno borse, come l’Auto-Empty Dock dell’S7 e l’S7 Max V.

Per tornare al robot, sarà inoltre necessario pulire il mocio quando è in uso e fare in modo che i vari sensori rimangano puliti. Le spazzole possono anche essere pulite. Non è raro che i capelli si avvolgano attorno alla spazzola laterale, un problema che non abbiamo riscontrato con la spazzola principale che usciva facilmente dallo slot. Roborock consiglia inoltre di sostituirlo ogni 300 ore di utilizzo nell’app, che ha molti altri suggerimenti nella sezione Manutenzione.

Il Roborock Q7 Max+.

Valutazione dell'editore: 4 su 5

Sistema di navigazione

Se non offre il sistema di navigazione più evoluto sul mercato, o anche nel catalogo Roborock, il Q7 Max+ può contare su un telemetro laser e vari sensori per muoversi ed evitare le tante trappole nelle nostre case.

Durante i nostri test, il Q7 Max+ si è comportato abbastanza bene. Procede sempre allo stesso modo, iniziando con un cerchio attraverso le stanze prima di zigzagare attraverso l’interno. Può anche tagliare i pezzi in aree diverse se sono troppo grandi, ma poi mantenere la stessa logica nel pulirli, senza mai rovinare i suoi pennelli quando si sposta da un’area all’altra.

Il Q7 Max+ è anche metodico quando incontra mobili o grandi ostacoli, rallentando per aggirarli con attenzione prima di riprendere il suo viaggio. Al contrario, piccoli ostacoli – o almeno quelli al di sotto dell’altezza del telemetro – rischiano di essere rovesciati se non sono abbastanza pesanti da attivare i sensori di pressione del paraurti, o vengono inghiottiti e trascinati. per esempio, i cavi.

Meglio quindi risparmiare un minimo prima di iniziare a pulire per evitare di intasare il Q7 Max+, anche se bisogna riconoscere che raramente ha chiesto aiuto durante i nostri test.

Ha anche dimostrato di saper scalare gambe e soglie di sedie senza troppe difficoltà, il che non gli impedisce di perdere dello sporco, ad esempio sotto le tende. Se lo guardiamo dal nostro laboratorio, vediamo che sta procedendo ad arco: l’area è quindi scarsamente pulita. Il Q7 Max+ fatica anche a piegare lo sporco lungo i battiscopa, specialmente negli angoli, nonostante la sua spazzola laterale.

Durante il nostro test di navigazione, il nuovo aspirapolvere Roborock è riuscito a catturare l’80% dello sporco che era sparso nel nostro laboratorio.

Valutazione dell'editore: 4 su 5

Aspirazione

Il Q7 Max+ è uno dei robot aspirapolvere più potenti di Roborock sulla carta e lo dimostra nei nostri test di aspirazione. Su terreno duro, è riuscito ad assorbire il 92% dei detriti sparsi nella nostra area di prova in modalità normale e il 94% alla massima potenza. Queste percentuali salgono al 94 e 97% sulla nostra moquette fine e all’82 e 80% sulla nostra moquette a pelo lungo.

Se la cava un po’ meno bene su quest’ultima superficie, ma tenete presente che è ancora la più difficile da pulire per i robot aspirapolvere. Solo pochi modelli raggiungono più del 90%, come Roomba S9+ e Rowenta Xplorer-95. L’S7 Max V non si comportava meglio su questa superficie, ma era leggermente più “pesante” sulle altre. Sorprendentemente, l’S7 è stato superiore su tutte le superfici, senza dubbio grazie alla velocità di movimento più lenta e alle minori prestazioni di aspirazione da solo, poiché ci sono voluti 5-7 minuti per attraversare la nostra area di test, rispetto a meno di 4 minuti per il Q7 Max+. Per una migliore efficienza, possiamo chiedergli di fare due o tre passaggi.

SUBITO. Parigi – Roubaix: van der Poel, van Aert e Laporte fissati, la gara prende vita!

Bonus di 1000 euro dal governo per te se segui queste istruzioni! buon piano 2022.