in

TV QLED Ultra HD 4K 100Hz, Processore Quantum 4K, Local Dimming Full LED e HDMI 2.1

A differenza della serie TV QLED Ultra HD 4K Q80A vintage del 2021 con quattro modelli, il Samsung Q80B ha cinque diagonali, il Samsung QE50Q80A (50”, 127 cm), Samsung QE55Q80A (55”, 140 cm), Samsung QE65Q80A (65” ‘, 165 cm), Samsung QE75Q80A (75”, 191 cm) e Samsung QE85Q80A (85”, 216 cm).

Samsung Q80B, sistema di retroilluminazione con attenuazione locale a LED completo

Prima di andare oltre nella presentazione di questi televisori, sappiate che gli schermi Q80B sono figure cardine nella gamma del produttore coreano, tra i modelli QLED e i QLED Mini LED. In breve, forniscono la maggior parte delle specifiche dei modelli Samsung QN85B, ma senza retroilluminazione Mini LED, qui sostituita da un sistema Full LED Local Dimming. Se la filosofia rimane la stessa, con i diodi posti dietro al pannello LCD, ce ne sono notevolmente meno, lo stesso per il numero di zone (48 secondo le nostre informazioni).

Samsung Q80B, punta sul design

Il design della serie Q80B vintage 2022, denominata Q Stylish, rimane identico ai televisori Q80A vintage 2021. eleganza generale. Si prega di notare che lo spessore del televisore è maggiore rispetto ad altre serie che richiedono il sistema di retroilluminazione Full LED Local Dimming.

Ovviamente sui televisori Samsung Q80B non è presente il box One Connect, la connessione è direttamente sul televisore, sul retro.

Samsung Q80B, specifiche principali

In termini di specifiche, i TV QLED Samsung Q80B Ultra HD 4K hanno un pannello LCD nativo a 10 bit e 100 Hz con un indice di fluidità PQI 3800 (PQI 3200 a 50”). Sfruttano anche il processore Quantum Processor 4K che combina processi di Machine Learning e Deep Learning per un totale di 16 moduli di intelligenza artificiale (rispetto ai 20 delle serie TV di fascia alta) per lavorare per una qualità dell’immagine ancora migliore.

Ricordiamo che il processo di Deep Learning si basa su un modello neurale, cioè senza l’intervento umano (a differenza del Machine Learning) nell’apprendimento del processore. Decide le modifiche necessarie agli algoritmi di elaborazione delle immagini per riguadagnare una qualità ottimale da una visualizzazione deteriorata.

Un altro miglioramento è la funzione EyeComfort Mode che, una volta connesso il televisore a Internet, regola delicatamente la luminosità e la temperatura del colore dell’immagine in base all’ora del giorno per un comfort di visione ottimale in ogni momento. Quest’ultimo, ad esempio, riduce la luce blu emessa la sera per favorire il sonno delle persone sensibili.

Samsung Q80B, luce di picco a 1500 nits

Sebbene i display Q80B non abbiano un sistema di retroilluminazione Mini LED, le loro prestazioni di luce di picco sono comunque eccellenti a 1500 nits. Questo è un elemento più che interessante per un’esperienza HDR senza precedenti, sapendo che i display Q80B gestiscono HDR10, HDR10+, HDR10+ Adaptive e HDR HLG.

Purtroppo gli schermi Q80B non hanno il rivestimento QLC (Quantum Light Control) con un indice di riflessione estremamente basso (i riflessi sono quasi inesistenti). D’altra parte, beneficiano di un angolo di visione allargato grazie alla tecnologia Ultra Viewing Angle (inaugurata nel 2019).

Samsung Q80B, Adaptive Sound+, AVA, OTS e Dolby Atmos

Anche la parte sonora è sotto i riflettori sui televisori Samsung Q80B. La prima riguarda il processo OTS. Questo ha un totale di sei altoparlanti sul retro dello schermo (sistema 2.2.2) per una potenza totale di 60 watt. Buone notizie, la compatibilità delle tracce Dolby Atmos va bene.

Per il resto troviamo la funzione Q‑Symphony 2.0. Quest’ultimo consiste nell’utilizzare, in presenza di una soundbar Samsung Q-Series 2020/2021/2022 collegata, gli altoparlanti del televisore oltre a quello della soundbar per aumentarne la riproduzione sonora, le dimensioni e l’ampiezza.

Fino ad allora, infatti, quando una soundbar è collegata a un televisore, gli altoparlanti di quest’ultimo vengono poi disconnessi. Con il sistema Q‑Symphony firmato Samsung, rimangono attivi e contribuiscono notevolmente al miglioramento dell’audio percepito con una configurazione fino a 11.1.4, a seconda della soundbar collegata. E la dimostrazione che abbiamo visto mostra davvero l’efficacia del processo e la sua rilevanza. Se la soundbar è connessa in modalità wireless al televisore (tramite WiFi), la gestione delle colonne sonore Dolby Atmos è ovviamente prevista anche in modalità wireless.

La funzione Adaptive Sound+, un’evoluzione dell’Adaptive Sound che è ancora in grado di regolare le impostazioni audio del televisore in tempo reale in base all’immagine visualizzata, ora tiene conto dell’ambiente di ascolto. In caso contrario, è comunque necessaria la funzione AVA (Active Voice Amplifier), destinata a coprire automaticamente i nuovi rumori nell’ambiente TV. Ad esempio quello di un bollitore o di un aspirapolvere coperto da un aumento di volume gestito direttamente dal televisore. Niente panico, la TV silenzia l’audio, sempre automaticamente, quando il suono si interrompe.

Samsung Q80B, funzione Multiview

Un altro miglioramento: I TV QLED Samsung Q80B 4K Ultra HD offrono la visualizzazione simultanea di due contenuti sullo schermo con la funzione MultiView attraverso altrettante finestre: la prima con il segnale di un canale TV o di una sorgente collegata al televisore; il secondo con lo schermo dello smartphone di un utente o proveniente da una console di gioco, o anche da Internet (vedi foto sotto)† Ci sono molte opzioni di visualizzazione, dal classico PIP a due finestre adiacenti.

Buon punto, lo standard HDMI 2.1 è richiesto con VRR, Freesync Premium Pro, ALLM, HFR 4K/120 e compatibilità eARC sui quattro ingressi. E per attivare la modalità Mirroring tra uno smartphone Samsung Galaxy e un TV Samsung Q80B non devi far altro che sfiorare il secondo con il primo grazie alla funzione Tap View, e il gioco è fatto.

Samsung Q80B, Amazon Alexa, Bixby, Google Assistant e il nuovo Tizen

Nel 2022, l’interfaccia di Tizen cambierà radicalmente per un’ergonomia sempre più sofisticata da un lato e per dare ai contenuti un posto di rilievo dall’altro. In effetti, Samsung sta attualmente collaborando con i provider di accesso a Internet per sviluppare applicazioni TV IP in modo che tu possa godertele direttamente da una Smart TV e non aver più bisogno di un decoder TV. Ad esempio, Orange TV sarebbe accessibile con un Login/mdp come myCanal.

L’assistente vocale Bixby è ancora disponibile, così come Google Assistant e Amazon Alexa. Ed è possibile passare facilmente dall’uno all’altro tramite il menu. Nel menù connettività dobbiamo trovare la funzione Wi‑Fi 5, la compatibilità Bluetooth 5.2 e AirPlay 2 più tante funzioni di comunicazione (Google Duo per le videochiamate ad esempio) o la possibilità di lavorare su questi documenti Microsoft tramite lo schermo Cloud on TV, segnalare.

Ci sono anche modalità di visualizzazione 16/9, 21/9 o anche 32/9 per gli appassionati di videogiochi con la connessione di un PC e la modalità Game Motion Plus. Ricordiamo che quest’ultimo (adattato ai videogiochi come suggerisce il nome) è molto interessante in quanto permette di innescare il processo di compensazione del movimento della TV da gaming mantenendo un Input Lag abbastanza basso. Senza dimenticare il nuovo telecomando, che è ancora ad energia solare ma può essere ricaricato tramite RF (radiofrequenza) nel 2022. Ad esempio, la zappette utilizza il WiFi del tuo box per caricarsi costantemente.

Naturalmente, la funzione SmartThings è ancora presente. La piattaforma Internet of Things (IoT) del gruppo è compatibile con Android e iOS oltre a centinaia di dispositivi di altre marche (telecamere di sorveglianza tipo Arlo, altoparlanti intelligenti tipo Amazon Echo o Google Home, lampade connesse tipo Philips Hue, serratura connessa …). Le Smart TV Samsung si inseriscono così nei più moderni ecosistemi interattivi con il grande vantaggio, direttamente legato al loro DNA, di poter visualizzare sul proprio schermo molte informazioni: il volto di chi ha appena chiamato la porta, i contenuti del Samsung Frigorifero Family Hub, notifiche dal robot aspirapolvere o anche dalla lavatrice quando il ciclo di pulizia o lavaggio è terminato. Il televisore diventa così l’interfaccia privilegiata per accedere alle funzionalità degli apparati Smart Home.

Immediatamente Disponibile. Prezzi consigliati: 1.199€ per il Samsung QE50Q80B, 1.399€ per il Samsung QE55Q80B, 1.999€ per il Samsung QE65Q80B, 2.499€ per il Samsung QE75Q80B e 3.999€ per il Samsung QE85Q80B.

Pour rappel, il est possible de profiter pour l’achat d’un téléviseur Samsung Q80B d’une offre de remboursement d’un montant de 100 €, 200 €, 300 € ou 500 € selon la diagonale, cliquez sur le lien suivant pour Maggiori informazioni manuale utente: TV Samsung Neo QLED/QLED 2022, fino a 500€ rimborsati

Promemoria delle principali caratteristiche dei televisori Samsung Q80B:

• Pannello a 10 bit

• Pannello 100 Hz

• Display LCD

• Pannello Ultra HD/4K

• Processore: processore Neo Quantum 4K

• Funzione ampia gamma di colori

• Funzione gateway multimediale UPnP (DLNA)

• funzione eARC

• Funzione Ultra Viewing Angle Technology

• Funzione Game Motion Plus

• Funzione VRR

• Funzione ALLM (Modalità a bassa latenza automatica).

• Funzione Quantum HDR 1500

• Funzione PQI 3800 (PQI 3200 sul 50”)

• Funzione AVA (Active Voice Amplifier).

• Funzione OTS (Object Tracking Sound).

• Funzione immagine adattiva

• Toccare Visualizza caratteristica

• Funzione Adaptive Sound+

• Funzione Q-Symphony 2.0

• Funzionalità Quantum Matrix Technology Pro

• Funzione Game Bar 2.0

• Funzione Super Ultra Wide Game View

• Funzione UHD Dimming Pro all’avanguardia

• Compatibilità HDR10 e HDR HLG

• Compatibilità con Chromecast, Google Home, Google Assistant

• Compatibilità Dolby Digital Plus

• Compatibilità HDR10+

• Compatibilità NTFS (tramite USB)

• Compatibilità Miracast

• Compatibilità HEVC

• Compatibilità Fransat

• Compatibilità Wi-Fi Direct

• Compatibilità Wi-Fi ac

• Compatibilità HDCP 2.3

• Compatibilità con FreeSync Premium Pro

• Compatibilità HDR10+ adattiva

• Compatibilità Bluetooth 5.2

• Certificazione di moda per filmmaker

• Ingressi: 4 HDMI 2.1, uno con la funzione eARC, due porte host USB compatibili con Fat32 e NTFS, una porta Ethernet più una porta CI+ e certificazione Canal Ready

• Smart TV multimediale Tizen

• SmartThings multimediali

• iTunes multimediale

• AirPlay 2 multimediale

• Multimediale Amazon Alexa

• Multimediale dell’Assistente Google

• Bixby multimediale 2

• Maggiordomo digitale multimediale

• Google Duo multimediale

• Multimedia Multiview 2 schermi

• Sistema di retroilluminazione con attenuazione locale a LED completo

• Ritardo di ingresso: 5,8 ms

• Luce di picco: 1500 nits

• Doppio sintonizzatore DVB‑T2

• Doppio sintonizzatore DVB‑S2

• Doppio sintonizzatore DVB‑C2

• Sezione audio: 2.2.2

• Potenza: 60 W

• Altro: Modalità ambiente

• Etichetta energetica: G (SDR e HDR)

Per il capo del fondo sovrano norvegese, il mondo è sull’orlo di uno dei “più grandi cambiamenti degli ultimi 30 anni”

pasta, olio, farina, hamburger, caffè, burro, pollo, semola