in

un bel gioiello per stupire

Siamo riusciti a mettere le mani su Huawei Mate XS 2, il nuovissimo dispositivo pieghevole di Huawei venduto a 2000 euro. Queste sono le nostre prime impressioni.

IMG20220518153109
Fonte: Frandroid

Non appena era stato annunciato, lo stavamo già piegando in tutte le direzioni. Abbiamo provato l’ultimo di Huawei. Presentato il 18 maggio 2022, si chiama questo nuovo smartphone pieghevole Huawei Mate XS 2

Il primo punto che salta subito all’occhio è il cardine centrale. È super robusto nella mano – riteniamo che sia solido – mentre non mostra assolutamente alcuna curvatura che gli smartphone pieghevoli sono abituati a offrire. Una grande prestazione per un comfort dieci volte maggiore nella mano.

Secondo elemento eccessivamente evidente: Huawei Mate XS 2 è, a dir poco, uno smartphone molto sottile una volta schierato. Il colosso cinese ha ragione a fare gargarismi a riguardo. Il telefono è decisamente più sottile (5,4 mm comunque) di un telefono convenzionale. Ricorda la capacità di a Galaxy Tab S8 Ultra che ci ha colpito anche per questo aspetto.

Per continuare sullo smartphone in posizione aperta, lo schermo sembra molto fluido e molto reattivo, senza grossi errori di visualizzazione e bellissimi colori vivaci.

È piegato

È interessante notare che è ancora una volta impossibile chiudere a libro questo smartphone, come offerto, ad esempio, da un Galaxy Z Fold 3 o da un Oppo Find N. D’altra parte, puoi chiuderlo, o meglio usarlo in modo che lo schermo è quasi l’intero corpo del telefono. Una volta piegato, metà dello schermo viene automaticamente immersa nell’oscurità per risparmiare la batteria.

Una volta piegata la piastra, si avverte una piccola sensazione di clipping: lo schermo è collegato alla parte rigida del telefono sulla destra. È saldamente ancorato. La connessione sembra non lasciare spazio tra le due parti dello schermo che sono ripiegate l’una sull’altra.

In termini di comfort per l’utente, il telefono, una volta riportato al suo formato più classico, offre un po’ di presa tra due sedie. Sentiamo davvero un effetto plastico e arrotondato sulla parte sinistra del telefono, che all’inizio può sorprendere, soprattutto perché la parte destra è rettangolare. Detto questo, non c’è niente con cui non potresti vivere dopo un po’ di pratica. La plastica non è intrinsecamente sgradevole nella mano. In effetti, ho pensato che fosse abbastanza organico e naturale.

Invertire la curva del Mate Xs 2 . a

Inoltre, se si desidera aprire nuovamente il telefono per tornare al formato widescreen, è necessario utilizzare un pulsante stampato in rosso sulla parte rigida del telefono. Il problema è che quando tieni il telefono piegato, questo pulsante è sul retro. Non necessariamente il più pratico.

Come avrete capito, nel complesso Huawei Mate Xs 2 è chiaramente un grande traguardo e un vero gioiello da vedere e tenere tra le mani. Dire da lì che questo telefono consentirà alla casa madre di riprendere slancio nel mercato degli smartphone… Con un prezzo di 2000 euro, va da sé che l’obiettivo è soprattutto quello di mostrare il proprio know-how. Non più.

Questo articolo è stato prodotto nell’ambito di un viaggio stampa a Milano organizzato da Huawei.

Recensione del vampiro: La Masquerade

dopo quasi 10 anni di assenza, questa licenza cult rilascia ora un nuovo titolo giocabile