in

Un mouse da gioco premium?

Il produttore NZXT che conosciamo principalmente dalle sue scatole e dai suoi componenti vuole lanciarsi nelle periferiche e svela in particolare NZXT Lift. Un mouse molto amichevole.

Abbiamo avuto la possibilità di testare una nuova periferica che porta anche l’aggettivo new, in quanto è il primo mouse in assoluto del produttore NZXT, ovvero il Lift. Sul sito ufficiale è disponibile in 6 colori, ma presso i rivenditori sembra più facile trovarlo in bianco e nero. È su quest’ultimo modello che siamo riusciti a mettere le mani.

Il primo di una lunga fila per NZXT?

Un primo dispositivo per un produttore è un po’ come un battesimo del fuoco ed è allo stesso tempo eccitante e sicuramente un po’ spaventoso. Ma dove NZXT fa la differenza è lasciare la possibilità sul sito ufficiale di scegliere tra 6 colori, compreso un bel mix un po’ Cyberpunk tra nero e giallo. Questo non è certo ciò che la renderà un mouse migliore, ma è già un buon inizio per attirare l’attenzione del cliente. Sempre dal punto di vista del design, il mouse è abbastanza compatto, ma anche abbastanza lungo nella mano, rendendo il Palm Grip la presa più naturale per questo tipo di dispositivi.

Buona presa nonostante una simmetria che non porta alla fine delle cose

Completamente simmetrico, tuttavia, ci rammarichiamo che non sia ambidestro e quindi destinato solo ai destrimani. È un peccato, perché il design è stato molto favorevole al buon uso di tutti, un fallimento che porta con sé un pizzico di amarezza. In effetti, i pulsanti delle fette sono disponibili solo a sinistra. NZXT ha optato per un formato leggero in quanto in voga al momento e come potete vedere nell’elenco degli ultimi test che abbiamo pubblicato. Alla fine ci ritroviamo con 67 grammi nelle mani, il che è davvero un argomento forte (nessun gioco di parole). Per il resto il produttore ha voluto offrire “premium”, ovvero un cavo lungo e intrecciato, una ruota antiscivolo, una superficie soft-touch molto piacevole in mano su tutto il telaio. Insomma, qualità senza dubbio. Per 59 euro stiamo andando molto bene.

Classico ma non deludente

In termini di prestazioni, il mouse si comporta molto bene anche con un’ottima scorrevolezza sul nostro tappetino per mouse Corsair. Sia in ufficio che in gioco, puoi contare sui contattori Omron, garantiti per 20 milioni di click. Ancora una volta qualcosa di molto difficile da verificare.

Per il sensore, NZXT ha optato per la Pixart 3389 che ora è abbastanza nota e sarà sufficiente nella maggior parte dei giochi. Preciso e reattivo, questo piccolo mouse bianco non delude in alcun modo e fa il suo lavoro come dovrebbe. Ovviamente il tipo di mouse che va ovunque, se non rivoluziona l’ambiente non ti deluderà. Si noti che l’incremento può arrivare fino a 16.000 DPI.

Infine, il software interno NZXT CAM permette di configurare il tutto, in particolare regolando l’RGB discreto attraverso due piccole strisce sulla pancia del dispositivo.

Carta tecnica

  • Prezzo : 59 euro
  • Il peso : 67 grammi
  • Dimensioni : 126,8 x 67,23 x 38,35 mm
  • Sensore : Sensore ottico Pixart 3389
  • Sensibilità : 100 – 16.000 DPI
  • Tempo di risposta : 1000 Hz
  • Garanzia : 2 anni
  • Oppure compra NZXT

PS Plus: Sony risponde all’insoddisfazione dei giocatori PS5 e PS4

Astronomia: scoperto in Alta Garonna, un asteroide porterà il nome di un villaggio di Lauragais