in

ZD Tech: perché il prezzo delle schede grafiche scenderà (finalmente).

ZD Tech: perché il prezzo delle schede grafiche scenderà (finalmente).

Ciao a tutti e benvenuti su ZD Tech, il podcast editoriale quotidiano di ZDNet. Il mio nome è serie Guillaumee oggi te lo spiego perché il prezzo delle schede grafiche finalmente scenderà

Dopo cinque anni di continui rincari delle GPU, le “unità di elaborazione grafica”, sta diventando, forse non ancora abbordabile, ma almeno possibile, permettersi una scheda grafica.

Ma prima di capire le ragioni di questo calo, lascia che ti spieghi perché il prezzo delle schede grafiche è aumentato continuamente negli ultimi cinque anni.

Schede grafiche minerarie

Primo, perché le schede grafiche vengono utilizzate per estrarre criptovaluta e la criptovaluta, a partire dal bitcoin, è stata piuttosto popolare ultimamente. Questo nuovo utilizzo delle schede grafiche, in rapido sviluppo, ha portato in alcuni periodi recenti a vere e proprie carenze di GPU.

A ciò si aggiunge una più recente carenza di componenti elettronici necessari per la produzione di schede grafiche. Problemi di approvvigionamento direttamente legati alla pandemia di Covid-19, che colpisce i paesi asiatici che producono questi elementi essenziali per le apparecchiature informatiche.

Risultato: un’esplosione di prezzi. Il prezzo medio di una scheda grafica è stato di $ 260 tra il 2011 e il 2014. L’aumento delle criptovalute ha spinto questa soglia a oltre $ 400 tra il 2015 e il 2019. Poi a $ 770 nel 2021.

Allora perché i prezzi stanno scendendo ora?

Le nuove patatine

Già adesso, perché le fabbriche funzionano a pieno regime. Nel 2021 sono state vendute 50 milioni di carte, rispetto ai 42 milioni del 2020. Quindi è chiaro che la capacità produttiva è in aumento nonostante le difficoltà economiche.

Successivamente, il calo dei prezzi delle GPU è dovuto al fatto che nuovi chip speciali consentono di fare mining di criptovalute o intelligenza artificiale, tutti compiti specifici precedentemente affidati alle schede grafiche. Ad esempio, Intel ha recentemente annunciato che il suo prossimo chip ASIC, chiamato Bonanza, sarà dedicato al mining di criptovalute.

E dal lato dell’intelligenza artificiale, l’avvento di una nuova categoria di processori, le NPU – per Neural Processing Unit – libera sempre di più le schede grafiche da questo compito.

Intel sta per combattere

Infine, un terzo fattore spiega il calo dei prezzi delle schede grafiche. Intel gareggerà quest’anno per le GPU dedicate, contro AMD e Nvidia. E questo, mentre Intel ha avuto poca o nessuna presenza in questo segmento fino ad ora.

Intel stima che quest’anno lancerà circa quattro milioni di GPU, abbastanza per prendere sul serio i prezzi delle schede grafiche.

OM, Quartararo, Scheffler, Woods e l’NBA: notizie su un set per lunedì 11 aprile 2022

Brooklyn Beckham e Nicola Peltz: rivelate le foto ufficiali del loro matrimonio, ed è accattivante!